Il “Duemila” auspica la beatificazione del gesuita mazarese Adami

Il “Duemila” auspica la beatificazione del gesuita mazarese Adami

La beatificazione del concittadino Adami è stata di recente richiesta con documentazione di atti e testimonianze dal Vescovo della Diocesi di Mazara Mogavero


Assieme a San Vito ci potrebbe essere un altro santo mazarese ,da amare e celebrare. Non tutta la città l’ sa. Lo sperano e lo sanno i fedeli della Cattedrale e delle sette Chiese Parrocchiali e il Centro studi Don Giovanni Matteo Adami che ne ha pubblicato un rendiconto  biografico.

L’auspicabile beatificazione del concittadino Adani   sacerdote gesuita martire, è stata di recente, presentata e richiesta con documentazione di atti e testimonianze, alla Congregazione delle Cause dei Santi in Vaticano,dal Vescovo della Diocesi di Mazara Mogavero in intesa con il vescovo di Nagazaki

La attesa beatificazione  proclamata dal Papa in Piazza San Pietro a Roma  aprirà una duplice  valenza , per Mazara, religiosa e turistica-culturale. Il vissuto  di Padre Adami è   da considerare un valore  per la città. La religione Cattolica e anche storia di Mazara. Collante  prezioso e civico  che fortifica  e valorizza la  città. La santificazione  di Giovanni Adami  diventa cultura ,giudizio e storia della città. 

Nato e battezzato  a Mazara, studio e visse a Roma , e Lisbona ,da sacerdote gesuita della Compagnia di Gesù , fondata  da Sant ‘Ignazio della Loya .Da missionario  andò in Asia e Macao, Nagazaki.Imparando la lingua per conoscere le persone.

Subì il martirio a Nagazaki il 22 ottobre 1633, impiccato con la testa in giù immerso in un pozzo maleodorante di rifiuti. I cittadini  debbano  avere la consapevolezza della vita missionaria di questo coraggioso  sacerdote gesuita, a cui Mazara  solo  intestata una strada. E’ interesse pubblico.

L’istituto di ricerca Il Duemila che ascolta il cuore della città auspica un ciclo di conferenze nelle scuole e al pubblico, da  parte del Centro Studi Adami. Queste radici religiose,spiega il Duemila forniscono, al di là del conforto spirituale,  anche una finestra sul turismo  a Mazara, per i visitatori giapponesi che vengono in italia. Dalle agenzie specializzate in turismo religioso.  

Il  turismo è uno dei temi fondamentali nell’agenda del comune. Per ideare e sviluppare change turistiche nuove di Mazara  necessario capitale umano di formazione,conoscenza e visione di progetti efficaci e concreti, non ragionando, in termini di colori politici.

Il futuro turistico deve assolutamente poggiare anche su questo nuovo valore di identità del gesuita mazarese, missionario crocifisso in Giappone. Rende più straordinaria Mazara nel contesto mondiale,sempre più connesso.

Comunicato stampa