Lettera aperta dell’associazione Misericordia San Vito all’amministrazione di Mazara

Lettera aperta dell’associazione Misericordia San Vito all’amministrazione di Mazara

La lettera fa riferimento all’iniziativa che si è tenuta al giardino dell’Emiro in occasione della manifestazione “M’illumino di meno”

Non è nostro stile interagire con l’amministrazione comunale attraverso lettere aperte e qualcuno può anche chiedersi il perché di questo gesto. Ricordiamo ai lettori che la nostra associazione svolge sin dall’inizio della sua nascita attività socio assistenziale nel territorio mazarese e non solo. Nel corso di questi anni abbiamo allargato i nostri orizzonti partecipando ad iniziative per il bene pubblico e la tutela ambientale del territorio, ricordando l’ultima nella quale la suddetta associazione ha effettuato una donazione di 50 magliette nella campagna di sensibilizzazione “MANTENIAMO MAZARA PULITA” promossa dal comune di Mazara del Vallo. Solitamente sono le associazioni a ricevere contributi dall’amministrazione, ma anche in questo caso la nostra si è contraddistinta. Sentivamo di farlo e l’abbiamo fatto senza nulla a pretendere, come associazione siamo sempre pronti a sostenere progetti che riguardano il benessere della nostra collettività. Apprendiamo dai social che questa amministrazione ha sistemato il nostro bellissimo parco di Miragliano per renderlo accessibile a tutti, e di questo siamo lieti, finalmente l’amministrazione si occupa della riqualificazione e sistemazione di questo sito. Giorno 06 marzo c’è stata l’inaugurazione dell’orto botanico al giardino degli Emiri di Miragliano in occasione della manifestazione “M’illumino di meno 2020” alla presenza del sindaco della città di Mazara del Vallo dott. Salvatore Quinci. In un periodo particolare per la nostra nazione causa CORONA VIRUS e considerato il decreto del presidente del consiglio dei ministri dove vi sono delle restrizioni per assemblee, convegni, manifestazioni etc, pensavamo che la manifestazione fosse annullata. Niente di tutto ciò anzi non solo si è fatta ma l’amministrazione comunale invita solo un numero limitato di associazioni di cui una è rappresentata dal portavoce del sindaco, associazione che partecipa all’evento con un alto numero di volontari come si può vedere dai social. Comprendiamo benissimo il momento critico e ci chiediamo se era più sensato invitare più associazioni

limitando il numero dei partecipanti delle singole associazioni stesse al posto di dare spazio solo……..

Qualche domanda sorge spontanea:

Come mai l’amministrazione da cosi tanto spazio ad un’associazione rappresentata dal portavoce del sindaco?

Ci chiediamo se la carica di Presidente di un’associazione sia compatibile con quella di portavoce del sindaco secondo il regolamento anticorruzione del comune di Mazara del Vallo

Ovviamente a nostro avviso qualcosa non torna, si sottolinea un ultimo aspetto per non stancare i lettori anche se avremmo tanti altri temi da affrontare.

La nostra associazione è stata contattata da un’azienda che ha chiesto al comune di Mazara del Vallo il patrocinio gratuito per una campagna pubblicitaria al fine di donare dei defibrillatori pubblici alla città, chiedendoci di fornire la posizione dei defibrillatori installati nel territorio attraverso le nostre iniziative al fine di realizzare un’APP che fornisca una mappatura dei defibrillatori in città. Considerato che il comune ha concesso il patrocinio alla all’azienda promotrice dell’iniziativa ci chiediamo perché il giorno della donazione dei defibrillatori era sempre presente la stessa associazione ( sempre visibile dai social) rappresentata dal portavoce del sindaco. Una coincidenza? Pubblicità? Visibilità?

Ci auguriamo che le nostre domande non rimangono senza risposta. Buon lavoro sindaco