Centenario della nascita dell’illustre mazarese Gian Pietro Ballatore

L’Amministrazione intende organizzare un convegno di studi nella giornata di ricorrenza del centenario: 18 agosto 2021

“Nel 1921 nasceva a Mazara del Vallo Gian Pietro Ballatore, illustre cittadino mazarese, divenuto noto professore universitario presso la facoltà di Agraria a Palermo, conosciuto per i suoi studi di settore e per le sue innovazioni nel campo tecnico-agricolo. L’Amministrazione Comunale organizzerà un Convegno di studi per ricordare la sua figura in occasione della giornata di ricorrenza del Centenario della nascita che cadrà il 18 Agosto 2021”.

Lo annuncia l’assessore comunale alla Cultura ed Eventi Germana Abbagnato.

“Sarà l’occasione – sottolinea l’assessore – per riportare alla memoria il prezioso contributo di Gian Pietro Ballatore allo sviluppo di nuove tecniche in agricoltura, il suo grande amore per il sapere e per l’insegnamento. Grazie al suo impegno profuso, molti giovani si sono formati e hanno migliorato le condizioni della nostra agricoltura in un tempo in cui l’approccio tradizionale prevaleva sulla tecnologia e l’innovazione”.

Innumerevoli sono stati gli attestati di merito attribuiti al professore Gian Pietro Ballatore in giro per il mondo. A lui, dopo la sua morte avvenuta nell’aprile del 1975, sono intitolati l’Aula Magna dell’Università di Palermo, l’ente di ricerca italiano “Consorzio di ricerca Gian Pietro Ballatore”, il premio internazionale “Gian Pietro Ballatore” organizzato dalla Società Italiana della Scienza del Suolo destinato a premiare le tesi sperimentali in Scienze agrarie e forestali. A Gian Pietro Ballatore è stato inoltre intitolato il Liceo scientifico di Mazara del Vallo, che da alcuni anni è stato accorpato al Liceo Classico e Linguistico Adria con la nuova denominazione IIS “Adria Ballatore”. 

“A causa dell’emergenza sanitaria – spiega l’assessore Abbagnato – non sappiamo ancora con quali modalità sarà possibile realizzare l’evento, ma questo non impedirà di attuare la volontà di questa Amministrazione di mantenere vive la memoria e l’attenzione sui personaggi di spicco mazaresi che hanno portato in alto il nome della Città in Italia e all’estero. La cultura della memoria e il riconoscimento del valore storico, artistico o letterario dei cittadini mazaresi noti al vasto pubblico – conclude l’assessore Abbagnato – rientra nel piano di valorizzazione culturale che per raggiungere la sua piena realizzazione deve riguardare non soltanto opere pubbliche o artistiche ma anche quel patrimonio di umanità che ha saputo donare al mondo esempi eccellenti di arte, invenzioni, innovazione, letteratura e scultura”.

comunicato stampa