Iacp, interventi nell’ex scuola di Mazara due

Iacp, interventi nell’ex scuola di Mazara due

Sono stati dichiarati dalla Regione ammissibili a finanziamento progetti con fondi europei per 3 milioni 840 mila euro

Sono stati dichiarati dalla Regione ammissibili a finanziamento con fondi europei per 3 milioni 840 mila euro, interventi progettati nel Comune di Mazara, in attuazione del PO FESR 2014/2020,asse 9 Inclusione sociale e lotta alla povertà, obiettivo tematico9, priorità dinvestimento 9.b, azione 9.4.1: Interventi dipotenziamento del patrimonio pubblico esistente e di recupero dialloggi di proprietà pubblica dei comuni e ex IACP per incrementare la disponibilità di alloggi sociali e servizi abitativiper categorie fragili per ragioni economiche e sociali.

A seguito di incontri fra lIACP di Trapani e l’amministrazione comunale mazarese, è stato individuato un immobile darecuperare per incrementare la disponibilità di alloggi per categorie fragili.

L intervento di recupero riguarderà l ex scuola 7 giugno 81 situata nella località “Mazara 2 , si inserisce in un tessuto sociale e culturale che necessita di un recupero sociale ed economico per essere maggiormente legato col territorio, migliorando l’aspetto percettivo e scenico del luogo. Lattuale costruzione si presta ad essere adattata a diverse finalità di tipo sociale, culturale ed aggregativo, collocandosi urbanisticamente, in un area laddove vi è notevole necessità di un luogo che risponda a tali richieste sociali e culturali della cittadinanza. La ristrutturazione delledificio ed il relativo cambio di destinazione duso, consentirà di incrementare la disponibilità di alloggi sociali e servizi abitativi per categorie fragili per ragioni economiche  e  sociali ed il miglioramento della funzionalità complessiva della zona. Interesse espresso dall’Amministrazione Comunale è stato anche quello di creare un centro che rappresenti un punto significativo sotto l’aspetto sociale per la popolazione residente

Il progetto rientra nellobiettivo generale posto dal PO FESR di riqualificazione di spazi presenti, destinati, con varie qualifiche, alla socializzazione della cittadinanza: sala giochi, laboratorio darte, spazio mostre, sala internet, laboratorio di musica, sala conferenze e spazio polifunzionale, ed altro. Lintervento, inoltre, si rende particolarmente imprescindibile, trattandosi di una importante struttura della città di Mazara del Vallo, che avrebbe la capacità, se valorizzata adeguatamente, di porgere ai residenti occasioni di svago, apprendimento culturale e luoghi di incontro e socializzazione.

Lidea progettuale consiste nel realizzare alloggi popolari e servizi ai fini sociale per la popolazione residente nel Comune, il tutto tenendo conto di tutti gli accorgimenti progettuali in termini di Risparmio Energetico. L’area esterna del lotto diverrà attrezzata, installando elementi di arredo da giardino e nuove piantumazioni, per valorizzare anche l’aspetto ambientale.

Lindagine sulla condizione abitativa ha dimostrato che il Comune di Mazara del Vallo, sia per il numero di residenti italiani e soprattutto stranieri in aumento ha necessità di alloggi. Il fabbricato si svilupperà in due corpi di fabbrica, uno su un piano e laltro su 2 elevazioni fuori terra. Si prevede lallocazione di n. 19 alloggi, suddivisi in circa n.9 alloggi al piano terra e 10 al piano primo. Il mix della tipologia degli alloggi, tiene conto delle diverse esigenze abitative. Gli appartamenti saranno di diversa ampiezza, dai 37 ai 99 metri quadrati. Destinataria la fascia debole della popolazione mazarese, anziani, stranieri, giovani coppie. 

Il modello abitativo proposto intende soddisfare una diversificata domanda abitativa che può essere costituita da nuclei familiari di vario tipo: dalla persona singola con esigenze abitative di natura temporanea e/o a basso costo (lavoratori precari, studenti), da giovani coppie e/o famiglie di immigrati in difficoltà; da anziani autosufficienti. Tuttavia, il maggior numero di alloggi presenti allinterno degli interventi saranno destinati ad anziani e immigrati, poiché questa fetta di popolazione va aumentando di anno in anno.

Larea pubblica esterna verrà riqualificata inserendo degli orti comuni che gli inquilini dovranno curare coltivando erbe aromatiche o piccole piantagioni. Inoltre sarà presente un campo da bocce per sviluppare la socializzazione tra i nuovi utenti e utilizzato come passatempo e sport. Per concludere sarà presente una zona di verde pubblico attrezzata con giochi per bambini e panchine per poter incrementare le aree verdi della zona. Sono pervenute numerose proposte di Enti ed Associazioni operanti nei quartieri, volte alla gestione di questi spazi.  Larea esterna verrà riqualificata inserendo un parcheggio alberato ed attrezzato con panchine e viali.

Grazie alla istituzione della figura del gestore sociale si garantisce la gestione degli immobili, prevedendo la partecipazione attiva dei residenti attraverso processi guidati di crescita. La sua figura è importante poiché si occuperà sia delle attività per lamministrazione degli immobili sia della gestione delle reazioni sociali allinterno del complesso residenziale; sarà garante della gestione ordinaria (amministrazione degli affitti, manutenzione, riparazioni, sicurezza) e della gestione sociale (promozione dello sviluppo della comunità, sportello/punto dascolto, coordinamento dei servizi integrativi alla residenza allinterno degli spazi comuni). In particolare la sua figura sarà importante per il coinvolgimento degli inquilini nella gestione e nella cura degli immobili e degli spazi comuni, per assistenza e sostegno agli inquilini, per supportare iniziative sociali aperte al vicinato. Il gestore sociale è fondamentale affinché possa essere effettivamente garantito il rispetto del bene comune da parte dei residenti.

Ci saranno inoltre:

 uno spazio cucina in comune fra le persone che vivono nei complessi residenziali. La cucina sarà attrezzata in modo professionale con annessa sala mensa, diventerà un luogo ideale per la socializzazione; essa potrà anche essere affittata per uso esterno per organizzare corsi di cucina e/o feste private anche per tutto il quartiere. La zona living è uno spazio di relazione fondamentale, luogo in cui è possibile condividere attività ed interessi come ad esempio la sartoria, la pittura e la lettura agevolata anche dalla presenza di una piccola biblioteca a servizio dellintero quartiere. Nello spazio living è possibile mettere a disposizione di tutti cose e oggetti personali.
 un laboratorio e sala espositiva e In questo spazio gli inquilini potranno dare sfogo alla loro creatività organizzando attività di decoupage, bricolage o vari lavori manuali che comportano luso di attrezzature, avendo cosi a disposizione uno spazio comodo dove poter lavorare senza sporcare la loro abitazione e collaborando anche tra loro. In occasioni particolari la sala si potrebbe affittare per allestimenti, mostre di arte contemporanea e/o per realizzare dei workshop del «fai da te». Inoltre in questo spazio gli inquilini, i giovani ed associazioni culturali e teatrali, potranno interagire creando percorsi di crescita culturale e di socializzazione, grazie ad uno spazio polifunzionale, che si presta ad ospitare, convegni, concerti, allestimenti, etc.., diventando cosi motore di scambi culturali e di aggregazione.

Esprimo soddisfazione e un sentito ringraziamento per il lavoro svolto dai vertici IACP – dice il sindaco di Mazara del Vallo Salvatore Quinci – che hanno mostrato grande professionalità e una spiccata capacità di costruire sinergie tra istituzioni, con progetti come quello che realizzeremo a Mazara Due, che mirano al soddisfacimento dei bisogni sociali dei territori.

Ancora una volta – dice il commissario straordinario dellIacp di Trapani Fabrizio Pandolfo  lEnte si prepara, avendone tutti i titoli, a ottenere una fetta importante di fondi messi a disposizione dellUnione Europea e la cui destinazione è gestita dallAssessorato Regionale per le Infrastrutture e per la Mobilità. Ricordo che abbiamo già ottenuto altri finanziamenti per oltre 6 milioni di euro, incanalati in opere da realizzarsi a Trapani, Marsala e Alcamo, ci candidiamo adesso con Mazara, ma anche con altri progetti previsti per Valderice e Castelvetrano, a ottenere altri fondi, tutte progettazioni con la caratteristica di Social Housing. Certamente trovano conferma le capacità operative dei nostri tecnici e dellintera burocrazia amministrativa e finanziaria dellIACP, caratteristiche che ricordo ci sono state riconosciute dal nostro assessore regionale on. Marco Falcone. Non ci riteniamo eccellenti e non ci mettiamo su un piedistallo, ma certamente ci annoveriamo con orgoglio tra coloro i quali fanno in questa nostra terra il loro dovere di pubblici amministratori e pubblici dipendenti. Ancora una volta poi dobbiamo ringraziare lassessorato regionale nella persona dellon. Marco Falcone che sta guardando al nostro ente con molta attenzione e gliene siamo grati.

Capacità progettuali e capacità di spesa dei fondi – aggiunge il direttore generale Pietro Savona – sono queste le precise caratteristiche possedute dal nostro Iacp, il merito non è personale, ma va allintera squadra di dirigenti, funzionari e dipendenti delle diverse Aree dellEnte. Lavorare in squadra premia come dimostrano i risultati ottenuti con il finanziamento di diversi interventi negli ultimi anni, che non sono stati solo quelli del PO FESR ma anche quelli per gli interventi energetici, per la manutenzione straordinaria di diversi alloggi popolari, per la costruzione di nuovi alloggi a Mazara. Lemergenza Covid 19 ci ha quasi obbligatoriamente fermato, dico quasi perché con sacrificio i team progettuali hanno continuato a lavorare. Adesso siamo ripartiti e avere ottenuto lammissibilità a finanziamento di questi nuovi interventi progettuali a Mazara ma anche a Castelvetrano e Valderice, rappresenta un ulteriore stimolo ad andare avanti per intercettare altri finanziamenti, sapendo di avere le giuste capacità per disegnare progettazioni esecutive corrette e rispettose dei parametri indicati dallUnione Europea, progetti che sapremo sostenere anche dal punto di vista amministrativo. Il fine ultimo – lo rammento anche a me stesso – è quello di dare risposte alle fasce più deboli delle nostre popolazioni.

Comunicato stampa

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Elezioni, Appendino “Il M5S è la mia casa, mi candido”
    by Redazione on 7 Agosto 2022 at 09:00

    ROMA (ITALPRESS) - "Io non sono più sindaca. In tanti in questi mesi mi avete chiesto se non mi mancasse. Non è semplice rispondere, ma credo di no. Quando inizi un ruolo simile sai benissimo che è un'esperienza con un inizio e una fine, e credo che 'affezionarsi al poterè non sia mai un bene. Ho sempre detto che la politica si può fare dentro e fuori le Istituzioni e lo credo ancora. Ma è pur vero che è da dentro le Istituzioni che ti assumi la responsabilità di cambiare le cose portando la voce delle persone con cui condividi visione, progetti e obiettivi. Persone con cui condividi un'idea di futuro. E la forza politica che meglio incarna la mia idea di futuro è il Movimento 5 Stelle. Un movimento che ho seguito dalle piazze alle Istituzioni, dalle proteste alle proposte, dalle battaglie vinte agli errori commessi. Il Movimento è la mia casa politica e sono orgogliosa di farne parte". Così, su Instagram, l'ex sindaco di Torino ed esponente M5S, Chiara Appendino. "E quando sei parte di qualcosa devi avere il coraggio di metterti in gioco, anche nei momenti più difficili. Ecco perchè sono qui per dirvi che ho deciso di mettermi a disposizione della comunità del Movimento 5 Stelle e del progetto di Giuseppe Conte, candidandomi alle prossime elezioni politiche. Giustizia sociale, crisi economica e ambientale, diritti e donne, lavoro, giovani e precariato sono i temi principali per i quali continuerò a battermi insieme al Movimento. Con la forza dell'unico schieramento politico libero di portare avanti queste battaglie senza compromessi al ribasso", conclude. (ITALPRESS). -foto agenziafotogramma.it-

  • Ucraina, Papa “Partenza delle navi segno di speranza”
    by Redazione on 7 Agosto 2022 at 08:35

    ROMA (ITALPRESS) - "Desidero salutare con soddisfazione la partenza dai porti dell'Ucraina delle prime navi cariche di cereali. Questo passo dimostra che è possibile dialogare e raggiungere risultati concreti che giovano a tutti. Pertanto tale avvenimento si presenta anche come un segno di speranza e auspico di cuore che seguendo questa strada si possa mettere fine ai combattimenti e arrivare a una pace giusta e duratura". Così Papa Francesco dopo la recita dell'Angelus in Piazza San Pietro. (ITALPRESS). -foto agenzia fotogramma.it-

  • Berlusconi “La sinistra denigra, noi parliamo di contenuti”
    by Redazione on 7 Agosto 2022 at 05:20

    ROMA (ITALPRESS) - Il prossimo premier "sarà una proposta che spetta a chi nella coalizione ha preso più voti, naturalmente in accordo con gli alleati. E poi sarà il capo dello Stato a prendere la decisione definitiva". Così il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in un'intervista al Messaggero. "Da parte delle sinistre vedo i prodromi di una campagna solo di denigrazione dell'avversario. Non riescono a dire nulla sul loro programma. Forse perchè sono in disaccordo su tutto. Da parte nostra invece parliamo di contenuti, del nostro progetto per far ripartire l'Italia. E lo facciamo con un linguaggio sereno e rispettoso", aggiunge. Alla domanda su cosa abbiano in comune con lui i leader di Fratelli d'Italia e Lega, dice: "Giorgia, la determinazione e il coraggio, Matteo la capacità di parlare agli italiani e anche quella di saper ascoltare". A Meloni che invita gli alleati a non fare promesse elettorali irrealizzabili "non ho nulla da rispondere perchè sono certo che quella frase non si riferisse a noi. Dico però che sono perfettamente d'accordo: i nostri sono progetti del tutto realistici, si finanziano con tagli alle spese perfettamente realizzazbili", osserva. Una fusione tra Forza Italia e Lega? "No, siamo due forze diverse, con culture politiche diverse e ci rivolgiamo ad elettorati diversi", chiosa. (ITALPRESS). -foto agenziafotogramma.it-

  • Torino e Spal ai sedicesimi di Coppa Italia
    by Redazione on 6 Agosto 2022 at 19:51

    TORINO (ITALPRESS) - Torino e Spal raggiungono Cagliari, Udinese, Cittadella, Sampdoria, Brescia e Spezia ai sedicesimi di Coppa Italia. Il Toro passa il turno battendo 3-0 il Palermo e staccando il pass per la prossima sfida con il Cittadella. In un primo tempo avaro di emozioni i granata fanno la partita, ma ad avere l'occasione da rete più concreta sono gli ospiti: Brunori calcia a giro, ma trova una grande risposta di Milinkovic-Savic. Nella ripresa gli uomini di Ivan Juric cambiano marcia e trovano la rete del vantaggio grazie a Sasà Lukic, che si avventa su una respinta e infila alle spalle di un incolpevole Pigliacelli. Radonjic, dopo essersi visto annullare un gol, firma ugualmente il raddoppio di testa e nel finale il neo-entrato Pietro Pellegri chiude definitivamente i conti.La Spal, invece, supera 2-1 l'Empoli al Castellani e ai tempi supplementari e ora attende la vincente di Genoa-Benevento per conoscere il nome dell'avversaria dei sedicesimi. Nel primo tempo gli azzurri creano diverse occasioni da rete con Destro, Bajrami e Parisi, ma non riescono a sbloccare il punteggi. Nella ripresa i padroni di casa trovano la rete del vantaggio all'80' con Nicolò Cambiaghi, ma appena due minuti più tardi Lorenzo Dickmann rimette tutto in equilibrio e porta la sfida ai tempi supplementari. Quando sembrano profilarsi i calci di rigore e dopo un penalty tolto al Var ai toscani, la Spal conquista un clamoroso successo in pieno recupero grazie al colpo di testa vincente di Arena.- foto Image - (ITALPRESS).

  • Elezioni, sottoscritto accordo tra Letta e Di Maio
    by Redazione on 6 Agosto 2022 at 16:21

    ROMA (ITALPRESS) - "Abbiamo sottoscritto un accordo con Impegno civico. Abbiamo anche convenuto una relazione tra noi identificata nel rapporto di 92 a 8 nei collegi uninominali. Abbiamo offerto un diritto di tribuna". Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, in conferenza stampa insieme al ministro degli Esteri e leader di Impegno civico Luigi Di Maio e Bruno Tabacci. "Le coalizioni sono definite, sono chiare - ha detto Di Maio - Mai come in questo momento parlare di gterrigtorio, famiglie e imprese significa parlare di politica estera. Lo vediamo, tutti dipende da tavoli europei, internazionale, come il Pnrr, come i grandi interventi che dobbiamo fare sul territorio per i cambiamenti climatici. Tutto si basa sulla credibilità dell'Italia. Una crediblità che con la destra non ci sarebbe". "Siamo assolutamente convinti di questa alleanza e questa intesa sulla base dell'agenda Draghi", ha aggiunto.- Foto Agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).