Stangata Tari a Mazara, aumento record del 112% per un cittadino

Stangata Tari a Mazara, aumento record del 112% per un cittadino

Aumenta il malcontento dei cittadini per l’aumento della tassa sui rifiuti

Il vertiginoso aumento della Tari 2021 rispetto al 2020 a Mazara del Vallo continua a far discutere in città e a provocare la rabbia e il malcontento di tantissimi cittadini. Una vera e propria stangata che assume i toni ancora più pesanti visto il periodo economico non proprio eccellente a causa della pandemia. Aumenti corposi fino al 70-80% che hanno lasciato di stucco i contribuenti mazaresi. E sembra non aver calmato gli animi il video messaggio diffuso pochi giorni addietro dal Sindaco Salvatore Quinci nel quale ha spiegato, in somma sintesi, che è stata una scelta obbligata dalla nuovo normativa. Ma la rabbia rimane e, anzi, la vicenda assume contorni ancora più pesanti. Come nel caso di un cittadino mazarese che pubblicamente ha denunciato un aumento record della Tari tra il 2020 e il 2021 addirittura del 112%. Roba da Guinness dei primati.

“Una vergogna senza precedenti”, si sfoga sui social il cittadino in questione. E come lui in tantissimi sono i mazaresi arrabbiati e anche sconcertati per quanto sta accadendo. E c’è da augurarsi, tra l’altro, che oltre al danno non ci sia anche la beffa: la prima rata della Tari 2021 scadeva il 16 maggio scorso ma in tanti hanno ricevuto in ritardo la bolletta o non l’hanno ancora ricevuta. Non vorremmo che oltre al già esorbitante importo i mazaresi non si debbano trovare anche a sborsare ulteriori euro per mora.