Coronavirus: ricette dematerializzate anche in Sicilia

Coronavirus: ricette dematerializzate anche in Sicilia

È una delle misure adottate dall’assessorato regionale alla Salute per limitare il più possibile gli spostamenti nell’Isola

Ricette mediche on line per contrastare ulteriormente la diffusione del contagio da Covid-19. È una delle misure adottate dall’assessorato regionale alla Salute per limitare il più possibile gli spostamenti nell’Isola. Anche in Sicilia, quindi, si potrà chiedere al medico il rilascio del promemoria digitale, ovvero il numero di ricetta elettronica, che sarà trasmesso attraverso un allegato al messaggio di posta elettronica certificata (pec) od ordinaria (peo). In alternativa, il numero potrà essere comunicato attraverso sms o altre applicazioni di messaggistica; oppure tramite comunicazione telefonica. Il medico prescrittore dovrà apporre sul promemoria la dizione “DPC” (distribuzione per conto) e non potrà prescrivere nella stessa ricetta farmaci in DPC e farmaci in convenzione.Il farmacista acquisirà dall’assistito il numero di ricetta elettronica e il codice fiscale riportato sulla tessera sanitaria, quindi procederà alla presa in carico della prescrizione sul Sistema Ts, cioè il software adoperato per visualizzare la prescrizione medica ed eventualmente alla stampa del promemoria.Il farmacista così gestirà la prescrizione con le stesse modalità attualmente in uso per la ricetta rossa, fermo restando la successiva trasmissione al sistema TS ed apporrà, ad erogazione avvenuta, sul promemoria le fustelle relative ai farmaci erogati, chiudendo la ricetta.

Comunicato stampa

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Governo, Orlando “Il rischio di incidente è oggettivo”
    by Redazione on 7 Luglio 2022 at 04:46

    ROMA (ITALPRESS) - "Anche se nessuno avesse intenzione di rompere, il rischio che la corda si spezzi è nell'ordine delle cose possibili. La storia ce lo dice: anche non volendo, ad un certo punto le cose possono precipitare. E quindi oggettivamente il rischio dell'incidente esiste, come potevamo prevedere con l'approssimarsi delle elezioni. Da questo punto di vista la gestione politica diventa più complicata e va rafforzata". Lo afferma in un'intervista al quotidiano La Stampa il ministro del Lavoro Andrea Orlando, in merito alla tenuta del Governo."Per quanto siano comprensibili le esigenze di parte o persino l'occhio ai sondaggi - aggiunge -, spero che nelle prossime settimane si tenga conto del vero interesse generale. Questo non significa affatto dover rinunciare al confronto e al conflitto politico anche duro, ma stiamo attenti a collegare questo confronto ai temi reali del Paese. Altrimenti si rischia non solo di mettere a repentaglio la stabilità, ma la credibilità stessa delle istituzioni. Voglio essere chiaro: si può correre il rischio di rompere su una grande questione sociale, ma farlo su questioni simboliche, questo allargherebbe ancora di più il solco tra eletti e opinione pubblica".- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Siccità, Cingolani “Dal Pnrr 4,5 mld per il sistema idrico”
    by Redazione on 6 Luglio 2022 at 18:16

    ROMA (ITALPRESS) - "Nel Pnrr ci sono 4,5 miliardi che andranno utilizzati per potenziare le strutture per le acque reflue, per le opere di messa in sicurezza della rete di acquedotti che perdono il 40 per cento dell'acqua, per infrastrutture irrigue nel settore agricolo". Lo ha detto il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, ospite di Tg2 Post.Cingolani ha parlato anche di nucleare: "Come ministro non esprimo giudizi. Però in Europa su 27 Stati membri circa la metà ha centrali nucleari. Poi in Italia decideranno i cittadini se e quando ci sarà una scelta da prendere".- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Conte “Cambiare marcia, non abbiamo giurato fedeltà a Draghi”
    by Redazione on 6 Luglio 2022 at 17:11

    ROMA (ITALPRESS) - "Bisogna cambiare marcia, bisogna intervenire con una serie di interventi sociali contro i rincari dell'energia, l'inflazione e il lavoro povero. Noi non abbiamo giurato fedeltà a Draghi, abbiamo giurato fedeltà agli italiani e al Paese. Se non riusciamo a perseguire i nostri obiettivi per gli italiani viene meno la ragione di essere qui". Così il leader del MoVimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, intervenendo all'assemblea congiunta dei gruppi parlamentari dopo l'incontro con il presidente del Consiglio Mario Draghi."Se il governo e il premier Draghi che ha ascoltato con attenzione sceglierà di perseguire gli obiettivi della giustizia sociale, di perseguire la transizione ecologica senza arretramenti - ha aggiunto -, se capirà l'importanza di intervenire adesso per evitare che famiglie e imprese si ritrovino sul lastrico, noi ci saremo, altrimenti faremo le nostre scelte e ce ne assumeremo la responsabilità".- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Nadal in semifinale a Wimbledon, affronterà Kyrgios
    by Redazione on 6 Luglio 2022 at 16:41

    LONDRA (INGHILTERRA) (ITALPRESS) - Rafa Nadal è approdato in semifinale al torneo di Wimbledon, terza prova stagionale del Grande Slam, in scena sui campi in erba dell'All England Club di Londra. Lo spagnolo, numero 2 del tabellone, ha battuto lo statunitense Taylor Fritz in quattro set con il punteggio di 3-6, 7-5, 3-6, 7-5, 7-6 (4) dopo 4h21' di gioco. Nadal si era fermato nel corso del secondo set per un problema fisico, poi aveva ripreso il match. Per un posto in finale, adesso l'iberico affronterà l'australiano Nick Kyrgios (numero 40 Atp), che nel suo match ha battuto in tre set il cileno Cristian Garin con il punteggio di 6-4, 6-3, 7-6 (5). Tra le donne, continua spedita la corsa di Simona Halep. La tennista rumena, numero 18 del mondo e 16 del seeding, ha battuto la statunitense Amanda Anisimova, testa di serie numero 20 del torneo, per 6-2 6-4 approdando in semifinale dove sfiderà Elena Rybakina, 17esima forza del tabellone, che ha sconfitto la australiana Ajla Tomljanovic con il punteggio di 4-6 6-2 6-3. - foto LivePhotoSport -(ITALPRESS).

  • Ue, Tajani “Nuovo programma Sure per chi aiuta famiglie e imprese”
    by Redazione on 6 Luglio 2022 at 15:56

    STRASBURGO (FRANCIA) (ITALPRESS) - "L'idea di finanziare con il programma Sure quei Paesi che aiutano famiglie e imprese in questo momento di enormi difficoltà va nella giusta direzione". Lo ha detto l'europarlamentare e coordinatore di Forza Italia, Antonio Tajani, al Parlamento europeo in merito al programma Sure, lo strumento introdotto dall'Unione Europea per far fronte alla crisi e far ripartire l'economia."A differenza del nucleare e del gas, questa non è una scelta strategica, va cambiata e migliorata ma è un'iniziativa da adottare subito - continua Tajani -. Bisogna pensare ai paesi che stanno pagando un prezzo più alto rispetto ad altri. Polonia, Germania e Italia sono in prima linea e vanno assolutamente tutelate perchè la ricaduta, soprattutto sul costo dell'energia, può danneggiare la loro competitività industriale ed avere conseguenze sociali molto negative".- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).