Carabinieri Tpc Sicilia, il bilancio delle attività del 2019

Carabinieri Tpc Sicilia, il bilancio delle attività del 2019

I numeri dei controlli

Scavi clandestini, furti di beni culturali econtraffazione di opere d’arte: questi i fenomeni al centro dell’attività dei militari del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale (TPC) di Palermo, nel corso del 2019.

La ricerca archeologica clandestina rappresenta la più grave forma di aggressione al patrimonio culturale siciliano. Nel 2019, l’attività del Nucleo TPC ha portato al sequestro di 271 importantissimi reperti archeologici illecitamente trafugati. Per quanto concerne i furti di beni culturali, si registra una diminuzione del numero dei reati. Infatti i furticommessi, nel 2019, nell’intero territorio siciliano, sono stati 16 a fronte dei 18 dell’anno precedente. Gli obiettivipiù colpiti sono stati i luoghi privati e quelli di culto.Inoltre, per quanto concerne l’attività di contrasto al fenomeno della falsificazione delle opere d’arte, nel corso dei controlli su siti web dedicati all’e-commerce, sono state sequestrate 13 opere contraffatte.

La strategia di intervento del Nucleo si è articolata lungo due direttrici fondamentali: l’attività di prevenzione, rappresentata dalle molteplici attività ispettive, e l’azione di contrasto, sviluppata attraverso le indagini di polizia giudiziaria. 

Nel corso del 2019, l’attività di prevenzione si è svoltaattraverso l’esecuzione di 316 controlli. Questa attività comprende i controlli sulla sicurezza anticrimine dei luoghi della cultura, quali musei, archivi e biblioteche, nonchédelle aree archeologiche e tutelate da vincoli paesaggistici. Le verifiche hanno altresì riguardato gli esercizicommerciali di settore, con numerosi controlli amministrativi presso mercatini, fiere ed antiquari che rivestono un ruolo fondamentale per contrastare la ricettazione di beni rubati. Infatti, i dati acquisiti vengono successivamente incrociati con quelli presenti nella Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti, gestita dal Comando Tutela Patrimonio Culturale, la più grande banca dati di opere d’arte rubate al mondo.

Altrettanto incisiva è stata l’azione di contrasto, svolta attraverso indagini di polizia giudiziaria, d’iniziativa o su delega dell’Autorità Giudiziaria, finalizzate al recupero dei beni culturali trafugati e all’individuazione dei sodalizi criminali operanti nel settore. Nel 2019, sono state deferite in stato di libertà 47 persone per vari reati (prevalentemente furto, ricettazione e contraffazione di opere d’arte) e sono stati sequestrati beni culturali illecitamente sottratti per oltre tre milioni e settecentomila euro. I beni recuperati sono stati riconsegnati a musei, chiese, alla Regione per garantirne la pubblica fruizione.

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Covid, 19.666 i nuovi positivi, 105 le persone decedute
    by Redazione on 27 Maggio 2022 at 12:31

    Sono 19.666 i nuovi positivi al Covid nelle ultime 24 ore, su un totale di 198.897 tamponi effettuati. Lo riporta nel suo bollettino quotidiano il ministero della Salute. Le persone che hanno perso la vita a causa del Covid nelle ultime 24 ore sono state 105, portando il totale dei deceduti da inizio pandemia a quota 166.476. Gli attualmente ricoverati sono 5.810 (185 in meno rispetto a ieri), di cui 252 in terapia intensiva (-7 rispetto a ieri). (ITALPRESS).Photo credits www.agenziafotogramma.it

  • Aleix Espargarò si prende la scena al Mugello
    by Redazione on 27 Maggio 2022 at 11:56

    SCARPERIA (ITALPRESS) - Comandano le moto italiane nel venerdì di libere della MotoGP al Mugello. Dopo l'exploit al mattino di un sorprendente Takaaki Nakagami su Honda (1'46"662), sono Aprilia e Ducati a prendersi la scena al pomeriggio. Il più veloce è infatti Aleix Espargarò seguito dalle due Rosse ufficiali guidate da Pecco Bagnaia e Jack Miller, quarto Johann Zarco (Ducati Pramac) davanti a Luca Marini (Ducati VR46) ed Enea Bastianini (Ducati Gresini). Subito dopo Brad Binder, Marco Bezzecchi, Fabio Quartararo e Pol Espargarò. Si migliorano quasi tutti nella seconda sessione del Gran Premio d'Italia, una sessione contraddistinta anche dalle due cadute di Zarco che, proprio sul finale, perde l'anteriore scivolando a terra in curva 4. Bagnaia va all'attacco ma non riesce a strappare il miglior tempo ad Aleix Espargarò, che ha fermato il cronometro a 1'45"891, oltre un secondo in meno rispetto al mattino e di 49 millesimi più veloce del ducatista. In difficoltà, invece, Mar Marquez (12°), Alex Rins (14°) e Maverick Vinales (17°). - foto LivePhotoSport - (ITALPRESS).

  • Trevisan vola agli ottavi di finale del Roland Garros
    by Redazione on 27 Maggio 2022 at 11:51

    PARIGI (FRANCIA) (ITALPRESS) - Martina Trevisan conferma una volta di più il suo feeling speciale con la terra rossa di Parigi. Obiettivo ottavi centrato per la 28enne mancina di Firenze al Roland Garros: la toscana, numero 59 del mondo e reduce dal primo titolo Wta conquistato a Rabat proprio alla vigilia dello Slam francese, si è imposta per 6-3 6-4 sull'australiana Daria Gavrilova Saville, numero 127 Wta e in tabellone grazie ad una wild card. La Trevisan, in serie positiva da 8 match (e un solo set lasciato per strada) e alla terza partecipazione allo Slam francese dove nel 2020 ha raggiunto, partendo dalle qualificazioni, i quarti di finale, attende la bielorussa Aliaksandra Sasnovich, che si è imposta sulla tedesca Angelique Kerber, testa di serie numero 21, con il punteggio di 6-4 7-6(5).- foto LivePhotoSport - (ITALPRESS).

  • Mancini guarda avanti “Ancora delusi ma bisogna ripartire”
    by Redazione on 27 Maggio 2022 at 11:06

    COVERCIANO (ITALPRESS) - "La delusione ce l'abbiamo ancora dentro ma bisogna ricominciare. I tifosi sono ancora attaccati alla Nazionale nonostante quello che è successo. Non dimentichiamo che 11 mesi fa abbiamo vinto un Europeo strameritandolo e che questa squadra ha regalato grandi emozioni". Le scorie della mancata qualificazione ai prossimi Mondiali Roberto Mancini se le porta ancora dietro ma il ct azzurro vuole e deve guardare avanti: l'1 giugno a Wembley c'è la "Finalissima" con l'Argentina e poi le sfide di Nations League con Inghilterra, Germania e Ungheria. "Se valutiamo la questione tecnica, saremmo dovuti andare direttamente ai Mondiali per il gruppo che abbiamo fatto, ma ci sono stati episodi che ci hanno penalizzato troppo - osserva il ct, tornando sulla ferita del Qatar - Con la Macedonia abbiamo preso gol su un rinvio lungo al 92', la squadra non meritava". Anche per questo non ci saranno rivoluzioni. "Dobbiamo rimboccarci le maniche come abbiamo già fatto e ricominciare a cercare giocatori con qualità e che possono essere veloci nell'arrivare alla Nazionale A, fare giocare quelli che hanno giocato di meno con noi in questi anni e trovare un modulo che possa farci vincere. Non possiamo cambiare tutta la squadra ma possiamo inserire qualcuno dei ragazzi un pò più giovani, che ha giocato meno: giocare contro Inghilterra, Germania e Ungheria può essere utile. E' un bel gruppo, se ci presentiamo con una squadra un pò diversa, con qualche giovane, ci possiamo divertire". Anche in quest'ottica, nei giorni scorsi, Coverciano ha ospitato il raduno dei giocatori di interesse nazionale. "I tre giorni sono stati ottimi, abbiamo visto più di 50 giocatori, tutti bravi, con un grande futuro. Speriamo che abbiano la possibilità di giocare. Quelli che sono rimasti qua sono rimasti non perchè sono migliori degli altri ma perchè la mattina abbiamo la possibilità di allenarli e valutarli ancora meglio, cercando di migliorarli. Possiamo accorciare i tempi per questi giovani che hanno grande qualità". Poi una battuta sul successo della Roma a Tirana. Se si guarda alle finaliste di Champions "la distanza è ancora abbastanza ma il fatto che una squadra italiana abbia vinto una coppa europea è importante per il calcio italiano. I giocatori fanno esperienza e quando si vince è importante e molto utile". Intanto il ct non potrà contare su Domenico Berardi e Andrea Pinamonti. Gli attaccanti, rispettivamente di Sassuolo ed Empoli, "sono infatti indisponibili per le prossime gare e lasceranno nel primo pomeriggio il ritiro di Coverciano per fare rientro al club di appartenenza".- foto LivePhotoSport - (ITALPRESS).

  • Tommaso Paradiso, esce il nuovo singolo “Piove in discoteca”
    by Redazione on 27 Maggio 2022 at 10:21

    ROMA (ITALPRESS) - Tommaso Paradiso pubblica oggi il nuovo singolo "Piove in discoteca", disponibile in radio e su tutte le piattaforme digitali, primo inedito dopo la pubblicazione dell'album di debutto solista Space Cowboy. Il videoclip del brano, diretto da Younuts! e prodotto da Maestro, è un susseguirsi di flashback che raccontano la nascita della spensierata storia d'amore fra due ragazzi protagonisti di un'estate degli anni '80.-foto ufficio stampa Tommaso Paradiso -(ITALPRESS).