Coronavirus, cosa prevede la nuova ordinanza di Musumeci

Coronavirus, cosa prevede la nuova ordinanza di Musumeci

Il provvedimento, appena firmato, entrerà in vigore mercoledì e avrà efficacia fino al 30 ottobre

Uso obbligatorio delle mascherine quando si è tra estranei, registrazione e tamponi rapidi per chi proviene dall’estero, controlli periodici sul personale sanitario e sui soggetti cosiddetti fragili, oltre ai divieti di assembramento. Sono queste le ulteriori misure di prevenzione contenute nella nuova ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, per limitare il contagio del Coronavirus nell’Isola. Il provvedimento, appena firmato, entrerà in vigore mercoledì e avrà efficacia fino al 30 ottobre.

“Le misure che adottiamo con questa ordinanza  – evidenzia Musumeci – mettono al centro i controlli e la prevenzione nei confronti delle persone fragili o più esposte al contagio. I nostri costanti  e ripetuti inviti alla prudenza purtroppo non sono stati da tutti adeguatamente raccolti ed entriamo in una fase difficile dell’epidemia, con l’arrivo della stagione influenzale. Il testo è ancora una volta improntato al principio della leale collaborazione tra tutte le istituzioni e del confronto con i professionisti, che  presto l’assessore Razza tornerà ad incontrare con il Comitato tecnico scientifico. Abbiamo appreso che la chiave più importante per affrontare questa emergenza è  rappresentata dalla tempestività delle decisioni e della previsione degli eventi futuri. La Sicilia non vuole un nuovo lockdown, ma per impedirlo dobbiamo impegnarci tutti, soprattutto i più giovani”.
L’ordinanza si è resa necessaria visto che “il numero dei casi di Covid 19 continua ad aumentare” e che quindi “occorre mantenere una linea di massima prudenza”, con la evidente necessità di non “sottovalutare il rischio di una rapida ripresa epidemica dovuto ad un eccessivo rilassamento delle misure e dei comportamenti individuali anche legati a momenti di aggregazione estemporanea (es. movida)”. Queste le novità.

Uso della mascherina
È obbligo di ogni cittadino, al di sopra dei 6 anni, di tenere sempre la mascherina nella propria disponibilità, quando si è fuori casa. Nei luoghi aperti al pubblico la mascherina deve essere indossata se si è nel contesto di presenze di più soggetti. Si è dispensati solo quando ci si trova tra congiunti o conviventi. Sono esclusi dall’obbligo di utilizzo in modo continuativo coloro che svolgono attività motoria intensa, a condizione che il distanziamento interpersonale possa essere mantenuto, salvo l’obbligo di utilizzo alla fine dell’attività .

Tamponi per chi viene dall’estero
Chiunque entri nel territorio della Regione provenendo da Stati Ue o extra Ue ha l’obbligo di registrarsi sul sito www.siciliacoronavirus.it, ovvero di comunicare la propria presenza al servizio sanitario della Regione. I cittadini residenti in Sicilia adempieranno a tale obbligo sia mediante la registrazione sul sito, sia dandone pronta comunicazione al proprio medico di medicina generale o pediatra. Alle norme dovranno uniformarsi anche coloro che hanno fatto rientro in Sicilia nei sette giorni antecedenti la pubblicazione dell’ordinanza. Le Aziende sanitarie provinciali competenti territorialmente provvedono alla sottoscrizione di un Protocollo con le Società di gestione degli aeroporti, le Autorità portuali, i gestori del trasporto, di concerto con l’assessorato regionale delle Infrastrutture e della mobilità, per sottoporre al cosiddetto tampone rapido ovvero ad altri mezzi di indagine diagnostica, validati dall’Istituto superiore di sanità, i soggetti provenienti dai Paesi esteri.

Controlli sul personale sanitario e sui pazienti fragili
Le Aziende del sistema sanitario regionale provvedono a svolgere controlli periodici sul personale, mediante tampone rapido, ovvero con altro mezzo di indagine diagnostica. Il dipartimento delle Attività sanitarie e l’Osservatorio epidemiologico dell’assessorato regionale della Salute monitorano il rispetto dell’ordinanza, anche mediante la distribuzione dei test necessari, se non reperiti dalle singole Aziende. Al medesimo controllo periodico sono sottoposti gli ospiti delle strutture socio-sanitarie e i soggetti fragili.

Divieti di assembramento
Sono vietati gli assembramenti mediante il prolungato stazionamento nei luoghi pubblici o aperti al pubblico (strade, piazze e parchi). Sono escluse le sole occasioni di iniziative pubbliche previste dalla legge o comunicate all’Autorità di pubblica sicurezza, per le quali l’organizzatore è comunque responsabile dell’assoluto rispetto delle norme comportamentali per la prevenzione dal rischio di contagio. Nel caso di cluster territorializzati, i dipartimenti di Prevenzione propongono con immediatezza al presidente della Regione Siciliana, previa intesa con le Amministrazioni comunali competenti, l’adozione di Protocolli contenitivi, limitatamente ad aree infracomunali, comunali o sovracomunali.

comunicato stampa

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Letta “Il Pd sarà il primo partito, rovesceremo la campagna elettorale”
    by Redazione on 9 Agosto 2022 at 18:15

    ROMA (ITALPRESS) - "Vogliamo vincere le elezioni e rovesciare questa campagna elettorale cominciata per colpa di Conte con la caduta del governo Draghi. Il Pd sarà il primo partito". Così il segretario Pd Enrico Letta a Filo Rosso su Rai3. E in caso di vittoria, "a fine legislatura gli insegnanti saranno pagati con una retribuzione che sarà la media di quella degli altri insegnanti europei. Prendo l'impegno. E' una cosa che vorrei fortissimamente", ha detto Letta. Parlando degli avversari politici, secondo Letta alla fine "Renzi e Calenda andranno insieme". Entrambi dirigono "partiti politici in competizione aspra con noi". Renzi e Calenda "questa legislatura l'hanno fatta da eletti del Pd, ma siccome non possono pensare di stare in un partito in cui ci sono anche altri, hanno fatto un'altra scelta". Parlando degli avversari del centrodestra, "i due riferimenti di Meloni e Salvini sono l'Ungheria e la Polonia. Le loro foto sono con Trump, con Orban, con Kaczinsky, con La Pen. La loro idea di nazionalismo è totalmente il contrario di quella che ha portato all'Italia la vera speranza, il Pnrr, il next geneation Ue. Hanno un'idea di Europa che è totalmente diversa da quella che è necessario". "Gli italiani - dice Letta - sanno che questa destra non è in grado di governare il paese, noi propiniamo una alternativa, diciamo mettetevi nelle mani di chi sa governare meglio, per evitare che l'italia finisca con l'Ungheria". - Foto Agenziafotogramma.it - (ITALPRESS).

  • Europei di nuoto a Roma, 102 azzurri a caccia di medaglie
    by Redazione on 9 Agosto 2022 at 15:45

    ROMA (ITALPRESS) - "Questa è la Nazionale italiana più forte di sempre. Sarà un Europeo emozionante. Quanti ori vincerà l'Italia? Più di dieci". Parola di Federica Pellegrini che, appesi al chiodo costume e cuffia, veste i panni di madrina dei Campionati Europei delle discipline acquatiche, che tornano a Roma, e in Italia, dopo 39 anni, in programma dall'11 al 21 agosto al Foro Italico. Proprio dove 13 anni fa ha stabilito il record del mondo dei 200 stile libero, ancora imbattuto, la Divina questo pomeriggio ha tagliato il nastro della manifestazione continentale, assieme al presidente della Federnuoto Paolo Barelli e a tutta la squadra azzurra. "Siamo qui con una Nazionale di altissimo livello e in cui sono presenti nove medagliati olimpici, dieci campioni del mondo e undici europei. Questi risultati arrivano grazie ai sacrifici delle società che sono aumentati in questi ultimi due anni", ha detto Barelli nel corso della presentazione del team italiano. Sono ben 102 gli atleti italiani in gara (104 convocati considerando Paltrinieri e Acerenza in piscina e mare), il numero più alto di sempre. "Mi sento a casa qui. E' un'emozione unica: aspettavo gli Europei di Roma da tanto tempo. C'è voglia di far bene, perchè ci verranno a vedere tante persone. Cercherò di ottenere il massimo sia in piscina che in acque libere. Ci sono tutti i presupposti per fare bene", ha spiegato il capitano Gregorio Paltrinieri. "Sarà uno spettacolo, ci sarà tanta gente che verrà a vederci, ci sarà un'atmosfera diversa. Obiettivo? Provare a fare bene e meglio", ha detto Benedetta Pilato, 17 anni, campionessa del mondo, tra le donne la più giovane della delegazione azzurra. "Per me questa è una seconda casa, gareggio qui da sempre, e rivedere il pubblico dopo tanto tempo sarà bellissimo", ha aggiunto Simona Quadarella, bronzo negli 800 stile ai recenti Mondiali di Budapest. Grandi nomi e grandi numeri per gli Europei "made in Italy", con trentamila biglietti già venduti, 14 televisioni e tre radio collegate da tutta Europa, 49 nazioni e mille atleti iscritti. "Questo campionato europeo rappresenta una grande occasione per la città di Roma. Sarà utile ovviamente per verificare a che punto è il percorso, che ci porterà a Parigi 2024, che la nostra squadra ha intrapreso. Presentiamo una squadra allargata e giovane per guardare già al futuro. Sono sicuro che anche le altre discipline, come successo ai Mondiali di Budapest, sapranno dare grandi soddisfazioni", ha sottolineato il direttore tecnico Cesare Butini.- foto agenziafotogramma.it - (ITALPRESS).

  • Covid, Oggi 43.084 nuovi casi e 177 i decessi. Positività al 15,8%
    by Redazione on 9 Agosto 2022 at 13:11

    MILANO (ITALPRESS) - Sono 43.084 i nuovi casi di Coronavirus oggi in Italia, su un totale di 272.495 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. E' quanto emerge dal quotidiano bollettino sul Covid in Italia, diffuso dal Ministero della Salute. Sono 177 decessi, che portano il totale delle persone scomparse da inizio pandemia a quota 173.426. Il tasso di positività è del 15,8%. A livello di ospedalizzazioni, sono 8.816 i ricoverati con sintomi (236 in meno di ieri) e 331 i ricoverati in terapia intensiva (8 in meno di ieri). (ITALPRESS).Photo credits: www.agenziafotogramma.it

  • Serena Williams verso il ritiro “Conto alla rovescia iniziato”
    by Redazione on 9 Agosto 2022 at 11:51

    TORONTO (CANADA) (ITALPRESS) - Ieri è tornata al successo in una partita del circuito Wta dopo oltre un anno. La sua vittoria nel primo turno del "National Bank Open", torneo Wta 1000 in scena sul cemento di Toronto, ha "riacceso" i suoi sostenitori. Oggi, però, la 40enne Serena Williams, attraverso Instagram, ha subito "gelato" i fan. In un post, infatti, la statunitense, ex numero uno del tennis femminile mondiale, ha spiegato che presto si ritirerà dall'attività agonistica. "Arriva un momento nella vita in cui dobbiamo decidere di muoverci in una direzione diversa. Quel momento è sempre difficile quando ami qualcosa così tanto. Mio Dio, mi piace il tennis. Ma ora il conto alla rovescia è iniziato. Devo concentrarmi sull'essere mamma, sui miei obiettivi spirituali e scoprire finalmente una Serena diversa ma semplicemente eccitante. Mi godrò queste prossime settimane", ha scritto Serena Williams, lasciando intendere che fra poco, verosimilmente dopo gli Us Open, lascerà il circo internazionale della racchetta.- foto Image -(ITALPRESS).

  • Elezioni, Renzi “Terzo polo nel Paese c’è, noi disponibili”
    by Redazione on 9 Agosto 2022 at 10:46

    ROMA (ITALPRESS) - "Non promettiamo nulla. A destra fanno a gara alla percentuale più bassa di flat tax sapendo che la proposta non sta in piedi. A sinistra lanciano patrimoniali e sussidi vari. Noi no. Noi non promettiamo. E sapete perchè? Perchè noi abbiamo fatto. E sappiamo come fare. Servono misure che aumentino il potere d'acquisto, come gli 80 euro. Servono misure che abbassino le tasse davvero, come l'Irap. Servono misure che fanno assumere, come il Jobs Act. Servono sostegni veri ma diversi sul terzo settore, sulla cultura, sul sociale, sulla sostenibilità. Per farlo servono delle persone credibili in Aula". Così il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, nella enews. "Con pochi parlamentari abbiamo mandato a casa Conte e portato Draghi a Palazzo Chigi. Con pochi parlamentari eviteremo un governo Meloni per avere di nuovo un governo Draghi. Tutto il resto è rumore di sottofondo", aggiunge. "Quest'area riformista, questo terzo polo, nel Paese c'è. A chi mi domanda: 'ma che farete con Calenda, ora che Azione ha rotto il patto con il PD?', rispondo semplicemente che noi ci siamo. E siamo disponibili a dare una mano perchè l'obiettivo di fare il terzo polo richiede generosità e impegno. Se Calenda ci sta, noi ci siamo. Se Calenda preferisce andare da solo, non lo capisco ma lo rispetto e gli faccio i migliori auguri. Non è un problema di firme o di liste: è un problema politico. La scelta è chiara", conclude. (ITALPRESS). -foto agenziafotogramma.it-