Treni e lockdown, tutto pronto per il rimborso degli abbonamenti ai pendolari siciliani

Treni e lockdown, tutto pronto per il rimborso degli abbonamenti ai pendolari siciliani

L’assessore regionale Falcone ha firmato il decreto contenenti le linee guida per procedere al rimborso


Firmato dall’assessore Falcone il decreto con le linee guida che dovrà seguire Trenitalia
I pendolari siciliani, dunque anche quelli trapanesi, potranno ben presto richiedere a Trenitalia il rimborso degli abbonamenti mensili e annuali (in questo caso quota parte) per il mancato utilizzo dei treni durante il periodo di lockdown causato dall’emergenza Coronavirus. L’assessore regionale per le infrastrutture, Marco Falcone, ha firmato, infatti, il decreto contenenti le linee guida che Trenitalia dovrà seguire per procedere al rimborso degli abbonamenti ai pendolari. Adesso, bisognerà soltanto attendere la pubblicazione del modulo di richiesta. Un deciso passo in avanti, insomma, per “ristorare” i viaggiatori per il mancato utilizzo dei treni. Intanto, va detto che la richiesta di rimborso andrà presentata entro il 31 dicembre 2020 a Trenitalia. Avranno diritto al rimborso tutti coloro che avevano acquistato un abbonamento mensile per marzo, aprile e maggio o in possesso di un abbonamento annuale: in quest’ultimo caso il rimborso verrà riconosciuto per il periodo compreso tra il 6 marzo e il 10 giugno. Nessun rimborso il biglietto per la singola corsa del treno o per gli abbonamenti settimanali. Il rimborso potrà avvenire tramite proroga di validità dell’abbonamento, l’emissione di un voucher o in contanti. La restituzione in contanti potrà essere eseguita soltanto nei confronti degli studenti che abbiano terminato il ciclo scolastico o per i lavoratori che abbiano cessato la propria attività o rapporto di impiego. In ogni caso, oltre al modulo di richiesta che verrà pubblicato da Trenitalia, per richiedere il rimborso occorrerà una autocertificazione, l’abbonamento originale e un documento di riconoscimento.