Coronavirus: ecco i chiarimenti sull’ordinanza del presidente della Regione del 17 maggio

Coronavirus: ecco i chiarimenti sull’ordinanza del presidente della Regione del 17 maggio

Le novità sono contenute in una circolare firmata oggi dal capo della Protezione civile regionale

Arrivano alcuni chiarimenti delle disposizioni contenute nell’ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, dello scorso 17 maggio. Le novità, contenute in una circolare firmata oggi dal capo della Protezione civile regionale Calogero Foti, riguardano: uso della mascherina; pasticcerie, panifici e tabacchi; teatri; esercizi commerciali in luoghi turistici e di culto; scuole di danza, Parchi avventura e Parchi acquatici.
Uso della mascherina
La mascherina è un dispositivo di protezione individuale e il suo uso è un segno di rispetto per le persone che ci circondano. Portarla sempre con sé, anche nei luoghi all’aperto, e indossarla quando non si può garantire una distanza interpersonale idonea a proteggere dal rischio del contagio, è un obbligo. Pertanto, l’impiego della mascherina è previsto nei luoghi pubblici e nei locali dove, così come si legge anche all’articolo 3 del Dpcm del 17 maggio 2020 – “non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza” interpersonale, ad esempio nei mercati, strade affollate, bar, etc.. Pertanto è obbligatorio averla immediatamente disponibile e indossarla quando non sia possibile mantenere adeguata distanza da altri soggetti. A titolo esemplificativo, quindi, se si percorre una strada isolata non è necessario indossarla, mentre in una strada frequentata è obbligatorio. Inoltre, l’ordinanza n.21 all’articolo 23 prevede che la pratica dell’attività motoria deve essere effettuata rispettando il distanziamento di due metri senza l’uso di mascherina che, invece, deve essere indossata al termine in caso di sussistenza delle circostanze sopra riportate Infine, si ricorda che l’utilizzo di mascherina o altro strumento di copertura di naso e bocca non è obbligatorio per i bambini al di sotto dei sei anni e per le persone con forme di disabilità che ne rendano incompatibile l’uso.
Avvocati dello StatoL’art.19, co.1 lett.b) dell’ordinanza n.21 del 17 maggio 2020 prevede che “sono esonerati dall’osservanza degli obblighi di cui all’articolo che precede gli appartenenti alle seguenti categorie … “b) appartenenti alle Forze dell’ordine, alle Forze armate, al Corpo dei Vigili del fuoco, il personale dei ruoli della magistratura, i titolari di cariche parlamentari e di governo”. A dette categorie, e segnatamente a quella del personale dei ruoli della magistratura, va assimilata – quanto all’esonero dall’osservanza dell’obbligo di isolamento – quella del personale dei ruoli dell’Avvocatura generale dello Stato e delle Avvocature distrettuali dello Stato.
Pasticcerie, panifici e tabacchi L’art.10, co.1 dell’ordinanza n.21 del 17 maggio 2020, nella parte in cui esclude dall’obbligo di chiusura al pubblico “le farmacie, le edicole, i bar, la ristorazione e i fiorai”, va interpretato nel senso che nel suddetto novero di esclusioni vanno altresì ricompresi, anche alla luce dell’art.3 della medesima ordinanza, le pasticcerie, i panifici e i mercati del contadino che, pertanto, potranno scegliere se osservare o meno l’apertura al pubblico nei giorni domenicali e festivi, e ciò tenuto conto della omogeneità contenutistica delle attività svolte con quelle espressamente autorizzate dall’ordinanza, e i tabacchi, per le particolari finalità svolte da detti esercizi nelle giornate domenicali e festive.
TeatriL’art.1, co.1 lett.m) del Dpcm del 17 maggio 2020 prevede che “gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto restano sospesi fino al 14 giugno 2020. Dal 15 giugno 2020, detti spettacoli sono svolti con posti a sedere preassegnati e distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori, con il numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all’aperto e di 200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala”. Premesso quanto sopra, sono pervenuti alcuni quesiti in ordine alla circostanza se nel numero delle 200 persone indicato dal Dpcm debbano essere ricompresi o meno anche gli operatori e i lavoratori delle suddette sale. Tenuto conto dell’imminente inizio della stagione estiva e della sostanziale residualità degli spettacoli da svolgersi in luoghi chiusi, si chiarisce che nel territorio ella Regione Siciliana, con l’espressione “200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala”, si intendono esclusivamente gli spettatori, fermo restando il rispetto delle regole di distanziamento interpersonale.
Esercizi commerciali in luoghi turistici e in luoghi di cultoI Sindaci possono disporre con proprie ordinanze, nel rispetto degli obblighi di distanziamento interpersonale e di tutte le misure di prevenzione del contagio, l’apertura al pubblico nei giorni domenicali e festivi degli esercizi commerciali siti in luoghi turistici e in luoghi di culto, con eccezione di supermercati e outlet, per i quali continua a valere l’obbligo di chiusura.
Scuole di danza, Parchi avventura e Parchi acquaticiL’apertura nei giorni domenicali e festivi delle strutture e degli esercizi di cui al presente paragrafo é ammessa, per analogia con la disciplina in materia di attività sportive, a condizione del rispetto integrale, oltre che delle regole del Dpcm del 17 maggio 2020, delle prescrizioni di cui alle circolari del dipartimento Attività sanitarie e Osservatorio epidemiologico prot.16255 del 3 maggio 2020 e prot.19361 del 21 maggio 2020. Nel rispetto delle medesime prescrizioni, è ammessa l’apertura ordinaria delle Scuole di danza.

Comunicato stampa

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Giulia Imperio campionessa d’Europa nei 49 kg
    by Redazione on 28 Maggio 2022 at 19:46

    TIRANA (ALBANIA) (ITALPRESS) - Giulia Imperio è la nuova campionessa europea di pesi nella categoria 49 kg. L'azzurra ha trionfato a Tirana al termine di una gara lunga e tirata, conquistando l'oro di totale con 171 kg, davanti all'ucraina Lomachynska con 167 kg, e alla spagnola Gimenez Guervos Perez con 163 kg. Per la pugliese del CS Esercito, anche l'argento di strappo con 79 kg (dietro all'ucraina con 80) e l'oro di slancio con 92 kg. L'azzurra è l'ultima a salire in pedana nello strappo con 79 kg, subito dopo i 75 e i 77 sollevati dall'ucraina Anhelina Lomachynska. Non va il primo tentativo, con il bilanciere che scivola dietro le spalle, ma incastra bene il secondo, che le consente di portarsi momentaneamente in testa. Replica però prontamente l'ucraina, che rilancia con 80 kg. La Imperio non può far altro che alzare la posta in palio, tentando 81 kg, purtroppo però fallisce anche questa alzata, ma blinda comunque l'argento. Anche nello slancio Giulia Imperio è stata l'ultima a salire in pedana con 92 kg, subito dopo la spagnola con 91 (l'ucraina si era fermata a 87); l'azzurra solleva con molta facilità il bilanciere, il che le consente di riproporsi in pedana con 100 e 104 kg. Le prove purtroppo non vanno, ma per l'azzurra basta la prima prova a 92 per conquistare il titolo europeo. "E' un bell'effetto salire sul gradino più alto del podio, perchè porto a casa il titolo europeo senior, la prima volta per me - ha detto a caldo Giulia Imperio -. E' stata una gara molto lenta, ci sono state molte alzate prima delle mie e ho dovuto aspettare molto prima di entrare in pedana. Sicuramente si poteva fare meglio e di più, e la gara poteva andare in maniera diversa ma tutto fa esperienza. Va bene così, sperando in un risultato ancora migliore alla prossima occasione". - Foto ufficio stampa Fipe -(ITALPRESS).

  • Real campione d’Europa, 1-0 al Liverpool in finale
    by Redazione on 28 Maggio 2022 at 19:41

    PARIGI (FRANCIA) (ITALPRESS) - Il Real Madrid batte 1-0 il Liverpool in finale e vince la sua quattordicesima Champions League grazie ad un gol decisivo nella ripresa di Vinicius. Carlo Ancelotti, il primo allenatore a guidare una squadra in cinque finali di Champions, diventa il primo a vincerne quattro, staccando Zidane e un'icona dei reds come Bob Paisley, fermi a tre. Allo Stade de France un buon Liverpool si arrende ai blancos senza essere tradito da un singolo come nel 2018 con lo sventurato Karius. E' la concretezza sotto porta degli spagnoli a fare la differenza in una partita iniziata con quasi 40' di ritardo a causa dei problemi di afflusso dei tifosi. Klopp schiera dal 1' i due giocatori in dubbio alla vigilia: Thiago Alcantara e Fabinho. Per la prima occasione bisogna aspettare il 15': Alexander-Arnold sfonda sulla destra e crossa per Salah che riesce a deviare ma senza dare quella potenza tale da sorprendere Courtois. Al 20' si accende Mane che si incunea tra Militao e Casemiro e calcia sul primo palo trovando la grande risposta del portiere sul legno. Prima della fine del primo tempo, Benzema deposita la palla in rete dopo un pasticcio di Alisson: il gol è annullato per fuorigioco dopo un lungo controllo Var, in quella che è l'unica azione pericolosa dei blancos nel primo tempo. Le statistiche al duplice fischio sono eloquenti: 30 le azioni offensive dei reds, contro le 10 degli uomini di Ancelotti. Nella ripresa però il Real Madrid colpisce al 59'. Spietata la squadra di Ancelotti: Valverde punta la difesa e lascia partire un tiro cross che Vinicius devia in rete siglando la 22esima rete stagionale. La risposta del Liverpool è affidata a Salah che prova a scacciare gli incubi del 2018 accentrandosi e lasciando partire una conclusione di mancino che trova ancora attento Courtois. Klopp sceglie Firmino e Keita nel finale. Il più pericoloso però è sempre Salah che punta la difesa, è rapido nell'esecuzione e va al tiro con Courtois che respinge in tuffo e festeggia la sua prima Champions con una prestazione da dieci in pagella.- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Ruud agli ottavi al Roland Garros, Sonego ko in 5 set
    by Redazione on 28 Maggio 2022 at 18:06

    PARIGI (FRANCIA) (ITALPRESS) - Casper Ruud agli ottavi del Roland Garros, secondo Slam del 2022, in corso sulla terra rossa parigina. Il norvegese, numero 8 del ranking e del seeding, ha battuto in 5 set il piemontese Lorenzo Sonego, n.35 del ranking e 32 del seeding, con il punteggio di 6-2, 6-7 (3), 1-6, 6-4, 6-3. Ruud affronterà il polacco Hubert Hurkacz, numero 12 del tabellone, che ha eliminato il belga David Goffin con il punteggio di 7-5, 6-2, 6-1.- foto LivePhotoSport - (ITALPRESS).

  • La Palma d’Oro di Cannes a “Triangle of Sadness” di Ruben O’stlund
    by Redazione on 28 Maggio 2022 at 18:06

    CANNES (FRANCIA) (ITALPRESS) - La Palma d'oro della 75esima edzione del Festival del Cinema di cannes è andata a "Triangle of Sadness" di Ruben Ostlund. A comunicarlo al Grand Theatre Lumiere del Palazzo del Festival, la giuria da Vincent Lindon e composta da Noomi Rapace, Jeff Nichols, Ladj Ly, Rebecca Hall, Deepika Padukone, Jasmine Trinca, Joachim Trier e Asghar Farhadi. Questi gli altri premi assegnati. Il Premio della Giuria ex aequo è andato a "Stars at Noon" di Claire Denis. Il vincitore del Grand Prix è Lukas Dhont per "Close". Park Chan-Wook ha ricevuto il Premio per la regia per il film "Decision to leave". "Tori e Lokita" dei fratelli Jean-Pierre e Luc Dardenne ha ricevuto il Premio speciale della 75esima edizione. Il Premio della giuria è andato ex aequo al film italiano "Le otto montagne" con Luca Marinelli e Alessandro Borghi, tratto dal romanzo omonimo di Paolo Cognetti, girato in Valle d'Aosta, prodotto da Wildside e distribuito da Vision; e a "Eo" di Jerzy Skolimowski. Il premio per il migliore è andato a Song Kang-Ho per "Broker" di Kore-Eda Hirokazu. Il Premio per la migliore attrice è stato vinto da Zar Amir Ebrahimi in Holy Spider di Ali Abbasi. Il premio per la migliore sceneggiatura se lo è aggiudicato "To boy from heaven" di Tarik Saleh. La Camera d'or, il premio per la migliore opera prima è andato a da War Pony di Gina Gammel e Riley Keough, presentato nella selezione ufficiale di "A Certain regard". A "Plan 75" di Hayakawa Chie è andata la menzione speciale. foto: agenziafotogramma.it (ITALPRESS).

  • Speranza “Sulle mascherine a scuola rispettiamo norma vigente”
    by Redazione on 28 Maggio 2022 at 15:46

    MESSINA (ITALPRESS) - Riguardo alle mascherine a scuola, "c'è una norma vigente e la rispettiamo, lavoriamo affinchè il prossimo anno ci possa essere una situazione epidemiologica molto diversa". Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza a Messina, dove è arrivato per la campagna elettorale del candidato sindaco di centrosinistra Franco De Domenico. Fatto bersaglio di una piccola contestazione, Speranza ha ribadito l'importanza della vaccinazione contro il Covid. "Hanno salvato la vita a centinaia di migliaia di persone - ha affermato il ministro - Dovunque ci sono persone che non hanno condiviso la campagna di vaccinazione, il bello della democrazie è che c'è chi non è d'accordo, ma questo non cambia la verità. Dico anche anche a loro che la libertà che abbiamo conquistato è grazie ai vaccini". -Foto agenziafotogramma.it- (ITALPRESS).