Operazione delle Fiamme gialle di Palermo denominata “Interrogazione a sorpresa”, 16 indagati

Operazione delle Fiamme gialle di Palermo denominata “Interrogazione a sorpresa”, 16 indagati

Sono state sottoposte a sequestro preventivo tre aziende di recupero crediti

I finanzieri del Comando Provinciale di Palermo hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misure cautelari reali emessa dal G.I.P. del Tribunale di Palermo, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un presunto sodalizio criminale, composto da imprenditori e pubblici dipendenti, con base a Palermo ed operante anche in Sardegna, Campania ed Emilia Romagna.

In dettaglio, sono state sottoposte a sequestro preventivo tre aziende di recupero crediti con sede in Palermo, Messina e Riccione, nonché disponibilità finanziarie per un valore di oltre 77 mila euro, pari al profitto delle ipotizzate condotte corruttive.

Gli indagati, in totale 16 tra persone fisiche e giuridiche, sulla base degli elementi probatori allo stato raccolti, sono indiziati, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere, corruzione, accesso abusivo alle banche dati, rivelazione e utilizzazione di segreto d’ufficio, nonché responsabilità amministrativa degli Enti dipendente dagli anzidetti reati.

Le indagini, condotte dagli specialisti del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Palermo – Gruppo Tutela Spesa Pubblica sono state originate da una segnalazione della funzione ispettiva della Direzione Centrale Risorse Umane dell’INPS e si sono sviluppate attraverso due distinti filoni investigativi. 

Il primo ha permesso di ipotizzare l’esistenza di una associazione criminale composta da un dipendente dell’INPS di Palermo e tre imprenditori operanti nel settore del recupero crediti, attraverso due società, una con sede a Palermo e l’altra con sede a Riccione. 

In particolare, i titolari delle due società avrebbero corrotto il dipendente dell’INPS in ser-vizio nel capoluogo siciliano al fine di reperire informazioni riservate in merito alla posi-zione lavorativa e contributiva di ignari utenti dell’ente previdenziale, nei cui confronti avevano ricevuto da terzi l’incarico di recuperare dei crediti. 

Grazie anche alle segnalazioni effettuate dalla struttura di Audit dell’INPS, sono stati ricostruiti circa 6000 possibili accessi abusivi effettuati dal funzionario coinvolto nei con-fronti di oltre 800 nominativi.

Per l’attività illecita verosimilmente prestata, il pubblico funzionario avrebbe ricevuto a ti-tolo di remunerazione, e dunque quale prezzo della corruzione, la somma di circa 17.000 euro.

Il secondo filone investigativo ha riguardato, invece, le condotte illecite che i suddetti imprenditori avrebbero posto in essere una volta venuta meno la figura del funzionario INPS, nel frattempo sospeso dall’ente previdenziale. 

In tale contesto è emersa la figura di un dipendente del Comune di Quartu Sant’Elena (CA), che risulterebbe aver ugualmente compiuto numerosi accessi abusivi alle banche dati a lui in uso in ragione del suo lavoro per fornire informazioni riservate afferenti a soggetti debitori, ottenendo in cambio somme di denaro per un ammontare pari a 8.000 euro.

Contestualmente, è emerso che, per le medesime finalità, il titolare della società romagnola avrebbe avviato ulteriori contatti con una ditta di disbrigo pratiche di Messina e con una ditta di investigazioni private di Salerno. 

Al riguardo, sarebbe emersa la figura di un dipendente dell’INPS, questa volta impiegato presso la sede di Napoli – Soccavo, il quale, in base agli elementi raccolti, avrebbe reperito informazioni riservate tramite numerosi accessi abusivi ai sistemi informatici non solo a favore della suddetta ditta peloritana, ma anche per professionisti e dipendenti di società di consulenza amministrativa campani, ricevendo in cambio somme di denaro. 

In ragione del fatto che il GIP, pur riconoscendo integralmente le prospettazioni accusato-rie, non ha ritenuto di disporre misure cautelari personali nei confronti dei responsabili, la Procura della Repubblica ha inteso impugnare l’ordinanza innanzi al Tribunale del Riesame, che ha disposto gli arresti domiciliari nei confronti dell’imprenditore di Riccione e l’interdizione dall’esercizio di attività imprenditoriale per sei mesi per l’amministratore di fatto della società palermitana. 

L’esecuzione delle misure è sospesa fino al momento in cui la decisione diverrà definitiva.

L’attività investigativa evidenzia ulteriormente il perdurante impegno della Guardia di Finanza, nell’ambito delle indagini delegate dalla Procura della Repubblica di Palermo, nel contrasto alla corruzione e al malaffare, a tutela dei cittadini onesti.

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • M5S, Di Maio “Dibattito surreale minaccia la tenuta del Governo”
    by Redazione on 29 Giugno 2022 at 17:46

    ROMA (ITALPRESS) - "Da giorni, mentre il governo italiano è impegnato in importanti summit internazionali, non si fa altro che alimentare tensioni con dibattiti e dichiarazioni surreali, che minacciano chiaramente la tenuta dell'esecutivo. Queste dinamiche rischiano solo di indebolire la credibilità dell'Italia, farci sfumare il raggiungimento di importanti obiettivi come il tetto massimo al prezzo del gas e farci perdere i fondi del PNRR. Non si può essere "responsabili" solo la domenica, creando tensioni e instabilità per il resto della settimana. Si metta al primo posto l'interesse del nostro Paese". Così in una nota il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, fondatore dei gruppi "Insieme per il Futuro".- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Salvini “La sinistra vuole fare saltare il Governo”
    by Redazione on 29 Giugno 2022 at 17:11

    ROMA (ITALPRESS) - "Mi sembra evidente la volontà della sinistra di far saltare il governo". Il leader della Lega Matteo Salvini ha concluso con queste parole, sottolineate dagli applausi dei deputati del partito, la riunione con i parlamentari convocata per fare il punto della situazione. "Mentre noi in Senato stavamo approvando l'equo compenso, alla Camera Pd e 5Stelle hanno imposto ius soli mascherato e droga libera", ha aggiunto Salvini.- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Pnrr, Brunetta “Avanti con la riforma della P.A.”
    by Redazione on 29 Giugno 2022 at 13:56

    ROMA (ITALPRESS) - "L'Italia di Mario Draghi ha raggiunto anche tutti i 45 obiettivi del Pnrr relativi al primo semestre 2022. Con la trasmissione alla Commissione europea della richiesta di pagamento della seconda rata da 24,1 miliardi, il nostro Paese si conferma tra gli Stati del gruppo di testa nell'Ue sul fronte dell'attuazione del Pnrr. Abbiamo ricevuto più soldi di tutti, ma rispondiamo con serietà e credibilità, mantenendo gli impegni presi. Un segno tangibile del patrimonio di credibilità e reputazione conquistato in questi 16 mesi di governo". Così, in una nota, Renato Brunetta, ministro per la Pubblica Amministrazione."Voglio anche ricordare che siamo il Paese più impegnato nella modernizzazione della Pubblica amministrazione, non solo dal punto di vista dell'ammontare delle risorse messe a disposizione (oltre il 70% dei fondi europei stanziati a questo scopo), ma anche dal punto di vista della qualità delle riforme e degli investimenti finanziati dal Piano nazionale di ripresa e resilienza - aggiunge -. Siamo, infatti, presenti in tutti gli ambiti prioritari individuati dalla Commissione europea: public service delivery, formazione e sviluppo delle competenze dei dipendenti pubblici, semplificazione amministrativa, miglioramento dei processi decisionali, modernizzazione delle procedure di reclutamento, miglioramento della trasparenza dell'azione amministrativa"."Un'altra spinta decisiva alla riforma del pubblico impiego, in questo senso, arriva dal decreto 'Pnrr 2' appena approvato definitivamente dalla Camera, con i nuovi profili professionali pronti al decollo, il rafforzamento del portale inPA (che diventa l'unica porta d'accesso digitale ai concorsi pubblici e alle procedure di mobilità), l'introduzione degli assessment anche nelle selezioni del personale non dirigenziale, la delega ad aggiornare il Dpr 487/1994 sui concorsi, la revisione del Codice di comportamento dei dipendenti pubblici e l'introduzione di azioni positive per favorire la parità di genere nell'accesso alla Pa e nelle progressioni di carriera, le nuove regole su comandi e distacchi, il rafforzamento di Formez PA e Scuola Nazionale dell'Amministrazione - sottolinea il ministro -. Ringrazio tutti i miei collaboratori, il Gabinetto, il Dipartimento della Funzione pubblica, l'Aran, il Formez, la Sna. Senza gioco di squadra nulla sarebbe stato possibile. Sono orgoglioso del lavoro svolto, con il contributo sempre costruttivo del Parlamento e il confronto costante con le Regioni, le Province e i Comuni. Un lavoro, quello dell'intero Governo, che è proseguito senza ritardi nonostante il dramma della guerra in Ucraina e che non si fermerà: siamo già all'opera per tagliare entro fine anno i prossimi traguardi, che valgono altri 22 miliardi di investimenti per l'Italia di domani, nel segno delle riforme, della crescita e dell'inclusione".- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Arriva “Bugatti”, il primo singolo in spagnolo di Aida Yespica
    by Redazione on 29 Giugno 2022 at 13:11

    MILANO (ITALPRESS) - Debutta Bugatti, con uscita contemporanea su tutte le principali piattaforme digitali e distribuito da Ada Music Italy il primo singolo cantato da Aida Yespica, la nota ex modella, show girl di origine venezuelana.Bugatti, primo singolo di Aida Yespica, irrompe nel panorama musicale italiano e si candida di diritto tra i tormentoni dell'estate 2022. Il brano prodotto in Miami style da Max Calo (nominato agli Grammy Awards) e scritto da Fridah è una melodia Reggaeton con testo in spagnolo che strizza l'occhio alla musica Pop. Caratterizzato da sonorità tipicamente latine ma con influssi di musica elettronica, il brano ha intensità sonore coinvolgenti e delicate che richiamano alla mente dell'ascoltatore l'atmosfera unica di Miami con le sue palme cullate dal vento le strade larghe e auto sfreccianti.E' la storia di due amici di genere indefinito che vogliono vivere la notte di Miami senza limiti alla guida della loro auto e a forza di incrociare gli sguardi e sfiorarsi, scoprono di essere in realtà più che amici ma guidati da un ardente desiderio l'uno per l'altro.La voce di Aida è dolce e delicata, infatti la show girl ha frequentato nei mesi prima del lancio un corso intensivo di canto per prepararsi al grande debutto."E' un sogno che si avvera - ha dichiarato Aida Yespica - io ho sempre amato cantare, ma non avevo mai pensato di riuscire a farlo in modo professionale fino ad arrivare a incidere una mia canzone. E' il regalo più bello che mi potessi fare per i miei primi 40 anni, un emozione incredibile. Ringrazio infatti tutte le persone che mi hanno supportato da Mariana Vatamanu, il mio manager Daniele Tiveron a Max Calo e naturalmente Fridah che è un artista incredibile".- foto ufficio stampa Aida Yespica -(ITALPRESS).

  • Nato, Draghi “No rischio escalation ma dobbiamo essere pronti”
    by Redazione on 29 Giugno 2022 at 13:01

    MADRID (ITALPRESS) - "No, non c'è un rischio di escalation ma bisogna essere pronti, ad oggi non vediamo un rischio di escalation". E' quanto ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel corso di un punto stampa al vertice Nato di Madrid. "E' un momento importante per la Nato perchè l'Alleanza si allarga e la presenza dell'Europa aumenta, si arriva a una corrispondenza tra Ue e Nato, quindi - ha aggiunto - anche su molte divergenze di opinioni sulla costruzione della difesa europea e di una sua complementarietà con la Nato vengono superate. Per quanto riguarda l'Italia si tratta di 70 militari americani in più e un sistema di difesa antiaerea, mi viene descritto dal ministro della Difesa come un assestamento che era già in programma. Il sistema di difesa aereo deve andare a rinforzare il fianco orientale dell'Alleanza. Noi - ha proseguito - abbiamo assunto il comando Nato in Bulgaria e aiutiamo la Romania, c'è un pattugliamento aereo dei Baltici in corso da vari mesi. Le forze che verranno mandate sono circa 2.000 soldati, 8.000 sono invece in stanza in Italia pronti, eventualmente fosse necessario". Infine un commento sulle vicende interne alla maggioranza. In riferimento alle voci sulla richiesta di Draghi di rimuovere Conte, il premier ha così precisato: "Ci siamo parlati con Conte poco fa, l'avevo cercato stamattina e mi ha chiamato lui, abbiamo cominciato a chiarirci e ci risentiamo domani per vederci al più presto. Il governo non rischia".- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).