Calcio, riparte l’eccellenza. Il Mazara a caccia della serie D

Calcio, riparte l’eccellenza. Il Mazara a caccia della serie D

Si attende l’ok finale da parte della Figc

Se tutto andrà per il verso giusto, con il tanto atteso ok finale da parte della Figc, il campionato di eccellenza ripartirà ufficialmente l’11 aprile. In pratica, quasi sei mesi dopo lo stop al torneo deciso a causa dell’avanzare della pandemia Covid. Adesso è tutto pronto. Come si diceva, si aspetta soltanto il via libera definitivo della Figc alla ripresa delle attività, compresi gli allenamenti collettivi delle squadre. Per quanto riguarda il Mazara del presidente Davide Titone l’obiettivo sbandierato è quello di tentare il salto di categoria in serie D. I gialloblu di mister Dino Marino riprenderanno il cammino da capolista, visto e considerato che il 25 ottobre 2020, ultimo giorno di partite, i canarini reduci dalla trasferta vittoriosa di Canicattì per 1-0 (rete decisiva di Calafiore) erano in vetta alla classifica con 15 punti a pari punti proprio con gli agrigentini. Certo, da allora è cambiato il mondo calcisticamente parlando: il Mazara ha cambiato tantissimi giocatori, così come anche le altre squadre. E i prossimi due mesi saranno certamente particolari e pieni di insidie. Se la ripresa della stagione è fissata all’11 aprile, la fine della stessa dovrà obbligatoriamente avvenire entro il 30 giugno. Due mesi e mezzo per completare il 2020-2021. Ecco allora che il comitato regionale della Lega ha reso noto come si procederà. Il campionato si era fermato alla sesta giornata: ecco quindi che si completerà il girone di andata fino alla 15esima giornata in programma il 23 maggio. Dopodiché, il girone di ritorno proseguirà secondo una formula abbreviata con la predisposizione due quadrangolari all’italiana denominati Poule A e Poule B: nel primo si affronteranno le squadre classificate dal primo all’ottavo posto, nel secondo quelle classificate dal nono all’ultimo posto. Le società incluse nella Poule A parteciperanno a due quadrangolari valevoli la promozione in serie D, mentre alla squadra vincente la Poule B verrà corrisposto un premio di duemila euro. Non ci saranno retrocessioni. Le prime due classificate di ogni quadrangolare disputeranno le semifinali in gara unica in campo neutro, le qualificate disputeranno la finale in programma il 20 giugno.