Diocesi Trapani, 117 posti disponibili per l’accoglienza dei profughi ucraini

Diocesi Trapani, 117 posti disponibili per l’accoglienza dei profughi ucraini

Ad Alcamo la prima esperienza di accoglienza in parrocchia

La Caritas diocesana è in costante contatto con la Caritas nazionale che la settimana prossima organizzerà i primi voli umanitari per l’Italia

La Caritas diocesana di Trapani sta approntando un piano di accoglienza di profughi provenienti  dall’Ucraina mettendo a disposizione 117 posti. E’ il risultato di un lavoro di coordinamento e mappatura all’interno della Diocesi in cui parrocchie, istituti religiosi o semplici fedeli hanno dato la  disponibilità di appartamenti e locali idonei.

La disponibilità è stata già comunicata sia alla Prefettura di Trapani (dove nei giorni scorsi si è svolto un tavolo tecnico con diverse istituzioni al fine di una regia condivisa) sia alla Caritas Italiana che proprio ieri ha comunicato il via ai primi due voli umanitari da Varsavia per portare in Italia i primi 400 profughi ucraini vulnerabili. Il volo è offerto da un donatore – la compagnia privata Comlux che ha già effettuato con Caritas italiana un volo umanitario portando i profughi dal Niger – che a bordo di un Boeing 787 trasferirà gratuitamente martedì 22 e mercoledì 23 marzo dalla Polonia all’Italia i profughi più fragili, quelli non in grado di affrontare un lungo viaggio in auto.

Intanto ad Alcamo è iniziata la prima esperienza di accoglienza nella parrocchia “San Francesco d’Assisi” dove, con il coordinamento del parroco della Chiesa Madre don Aldo Giordano,  sono già arrivati 8 profughi, donne con bambini accompagnati dai loro cagnolini. Provengono dalla città di Odessa.

La Diocesi, come già comunicato, è impegnata anche a sostenere la raccolta fondi di Caritas italiana.

In Ucraina – in costante coordinamento con la rete internazionale – Caritas Italiana sostiene Caritas Spes e Caritas Ucraina che stanno dando assistenza umanitaria agli sfollati interni attraverso centri di prima accoglienza per aiuti materiali e sostegno psicologico.  Cercano anche di assicurare servizi di trasporto per famiglie sfollate per il raggiungimento di luoghi sicuri e l’evacuazione e protezione dei minori in coordinamento con le autorità locali. Operatori di Caritas in Polonia, Romania, Ungheria, Slovacchia e Moldavia sono alle frontiere e nei centri di prima accoglienza e hanno anche allestito servizi di trasporto verso i Paesi confinanti e la distribuzioni di carte prepagate, perché ognuno possa rispondere in autonomia ai propri bisogni di base acquistando negli esercizi commerciali locali. La rete delle Caritas garantisce certezza ed efficacia degli aiuti.

È possibile sostenere gli interventi di Caritas Italiana (Via Aurelia 796 – 00165 Roma), utilizzando il conto corrente postale n. 347013, o donazione on-line, o bonifico bancario (causale “Europa/emergenza Ucraina”) tramite: • Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma –Iban: IT24 C050 1803 2000 0001 3331 111 ( maggiori info sul sito www.caritas.it) o direttamente alla Diocesi di Trapani, Corso Vittorio Emanuele 38  91100 Trapani Iban IT41Q0306909606100000124624 sempre con la causale Europa/emergenza Ucraina

comunicato stampa

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Consiglio d’Europa “L’Italia ritiri o modifichi il decreto Ong”
    by Redazione on 2 Febbraio 2023 at 08:16

    STRASBURGO (ITALPRESS) - In una lettera indirizzata al ministro dell'Interno italiano, Matteo Piantedosi, la commissaria per i Diritti Umani del Consiglio D'Europa Dunja Mijatovic invita il governo "a prendere in considerazione il ritiro o la revisione del decreto legge n. 1/2023. Le disposizioni del Decreto - si legge nella missiva - potrebbero ostacolare le operazioni di ricerca e soccorso delle ONG e, quindi, essere in contrasto con gli obblighi dell'Italia sui diritti umani e il diritto internazionale". La commissaria rileva inoltre che "in pratica alle navi delle ONG sono stati assegnati luoghi sicuri lontani per fare sbarcare le persone soccorse in mare, come i porti del Centro e Nord Italia"."Il decreto e la pratica di assegnare porti lontani per lo sbarco delle persone soccorse in mare rischiano di privare le persone in difficoltà dell'assistenza salvavita delle Ong sulla rotta migratoria più mortale del Mediterraneo", scrive il Mijatovic.Inoltre, la commissaria ribadisce il suo invito alle autorità italiane "a sospendere la cooperazione con il governo libico sulle intercettazioni in mare".Infine, la commissaria chiede ulteriori informazioni sui presunti rimpatri di persone dall'Italia alla Grecia su navi private, "dove sarebbero state private della libertà in condizioni preoccupanti". Basandosi sulla sua Raccomandazione per porre fine ai respingimenti in Europa, Mijatovic ricorda che "lo svolgimento di valutazioni individuali delle esigenze di protezione di ogni persona che arriva alla frontiera rimane una salvaguardia fondamentale contro il respingimento".- foto Agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Cospito, Delmastro “Non mi dimetto, la relazione non era riservata”
    by Redazione on 2 Febbraio 2023 at 07:21

    ROMA (ITALPRESS) - "No". Così il sottosegretario alla Giustizia Andrea Delmastro in un'intervista al Corriere della Sera risponde alla domanda se intenda dimettersi, in seguito alle polemiche per le affermazioni in Aula alla Camera del vicepresidente del Copasir Giovanni Donzelli sul caso Cospito e il 41 bis. Le rivelazioni di Donzelli su alcune conversazioni in carcere "erano in una relazione basata sull'osservazione degli agenti penitenziari che fanno bene il loro lavoro, ponendo attenzione ai detenuti in 41 bis", spiega Delmastro, sottolineando che si tratta di documenti che "non sono classificati, nè secretati e nemmeno riservati". "Io ho solo risposto a una domanda. Quella se ci fossero saldature tra anarchici e mafiosi. E ho risposto che abbiamo solo elementi che fanno desumere una battaglia comune contro il 41 bis. Oltre al digiuno di Cospito, che vuole far revocare la misura a tutti i detenuti, ho citato quei colloqui - prosegue il sottosegretario -. Lo avrei fatto in un'interrogazione parlamentare con più precisione. Ne ho il dovere". Per Delmastro Donzelli non ha sbagliato, "perchè ha usato un'informazione corretta per fare una valutazione politica che si può condividere o meno". "Fin quando al governo ci siamo noi, 41 bis ed ergastolo ostativo sono inattaccabili. Politicamente si tengono per mano. Sono strumenti della normativa speciale antimafia: insieme staranno o insieme cadranno", dice ancora il sottosegretario. - foto Agenziafotogramma.it - (ITALPRESS).

  • Impresa Cremonese, vince a Roma ed è in semifinale di Coppa Italia
    by Redazione on 1 Febbraio 2023 at 21:11

    ROMA (ITALPRESS) - Clamoroso il successo della Cremonese, che batte la Roma 2-1 all'Olimpico e accede alla semifinale di Coppa Italia dove affronterà la Fiorentina di Vincenzo Italiano. Prestazione ai limiti della perfezione per i grigiorossi, che giocano in maniera compatta prendendo alla sprovvista una Roma decisamente non in serata. Match che comincia con ritmo basso, le due squadre studiano possibili contromosse mantenendo un atteggiamento almeno inizialmente cauto. Ci prova la Roma con il lancio di Cristante e la conclusione in girata di Tahirovic, inseritosi bene ma sfortunato nel colpire il pallone non nel migliore dei modi. Alla mezz'ora la prima scintilla della gara, con il clamoroso controllo sbagliato da parte di Kumbulla che favorisce la fuga solitaria di Dessers, atterrato da Rui Patricio: rigore per la Cremonese. Dal dischetto va proprio l'ex Feyenoord che trafigge il portiere portoghese e si fa anche ammonire per un'esultanza piuttosto provocatoria indirizzata alla curva sud dell'Olimpico. Capitolini in netta difficoltà, anche in avvio di secondo tempo, con la squadra di Ballardini che trova addirittura il raddoppio a causa di una serie di errori da parte della retroguardia romanista che conclude la debacle difensiva con l'autogol di Celik. Dopo il doppio vantaggio, i cinque cambi effettuati in appena un quarto d'ora da Mourinho cominciano a fare effetto. Un ispirato Belotti, sostenuto da Abraham, prova a dare appoggio al reparto offensivo giallorosso che però è poco concreto. Anche un palo colpito, proprio dall'attaccante inglese ex Chelsea, che nel finale concretizza anche l'assist per il gol, bello quanto vano, di Belotti per l'1-2 finale. - foto LivePhotoSport -(ITALPRESS).

  • Cospito, Meloni “La sfida non è al Governo ma allo Stato”
    by Redazione on 1 Febbraio 2023 at 20:11

    ROMA (ITALPRESS) - "La sfida non è al Governo, la sfida è allo Stato. Non è un problema politico, di destra e sinistra. In questi giorni ho visto molti toni che secondo me buttavano in politica una questione che secondo me ci riguarda tutti. Il Governo non ha fatto altro che il suo lavoro, facendo molta attenzione a non alzare i toni su questo. Quando siamo stati interrogati abbiamo risposto su come uno Stato serio dovrebbe affrontare una materia del genere". Lo ha detto il premier Giorgia Meloni intervenendo telefonicamente sul caso Cospito a "Stasera Italia" su Rete4. "In che cosa si ritiene che il Governo stia incitando la piazza? Lo Stato deve rimanere fermo di fronte alle minacce mafiose, come di fronte a quelle dei terroristi - ha aggiunto Meloni -. Dobbiamo rimettere le cose nella loro dimensione, capire chi crea il problema e chi non lo crea. Il problema qui non l'ha mica creato il Governo, l'ha creato chi ha deciso deliberatamente di sfidare lo Stato italiano". "Io consiglio francamente prudenza e responsabilità", ha sottolineato. - foto agenziafotogramma.it - (ITALPRESS).

  • Salvini “Reintrodurremo l’elezione diretta delle Province”
    by Redazione on 1 Febbraio 2023 at 18:51

    ROMA (ITALPRESS) - "Nelle riforme del ministro Calderoli ci sarà anche la reintroduzione della provincia eletta direttamente dai cittadini. Basta 'Renzatè che non servono a nulla": lo ha annunciato il vicepremier e ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Matteo Salvini, intervenendo al Tempo di Adriano per sostenere il candidato alle elezioni regionali del Lazio 2023 Francesco Rocca. - foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).