Trapani, il direttore regionale della Sicilia in visita al comando provinciale dei vigili del fuoco

Trapani, il direttore regionale della Sicilia in visita al comando provinciale dei vigili del fuoco

il Direttore regionale Ennio Aquilino è stato accolto dal Comandante Provinciale Michele Burgio

Oggi 9 Settembre il Direttore Regionale dei Vigili del Fuoco per la Sicilia Ennio AQUILINO, è venuto a Trapani per visitare il Comando Provinciale ed incontrare il personale. Ad accoglierlo il Comandante Provinciale Michele Burgio e tutto il personale operativo , logistico- gestionale e i funzionari.
Prima tappa alle ore 9.30 in Prefettura, accompagnato dal Comandante Provinciale Michele Burgio, il direttore Aquilino si è intrattenuto in un cordiale incontro con il Prefetto Filippina Cocuzza, con la quale è stata analizzata la campagna AIB nella provincia di Trapani, che oramai volge al termine e che quest’anno è stata molto impegnativa più che negli anni precedenti, mentre è stata ribadita la disponibilità del Comando a supportare la Prefettura in tutti gli ambiti in cui l’apporto tecnico e qualificato dei Vigili del Fuoco si rende necessario.
Il Prefetto, al termine della visita, ha evidenziato al Direttore Regionale la volontà di mantenere ben saldo il rapporto di collaborazione istituzionale con il Comandante Burgio ed in generale con i Vigili del Fuoco.
Dopo, il Direttore Aquilino, dopo aver deposto un mazzo di fiori al Monumento ai caduti, ha incontrato e salutato, in momenti diversi a causa delle restrizioni anticovid, gli allievi vigili del fuoco del 90°, che stanno effettuando un Corso di Formazione, i funzionari tecnici e amministrativi nell’ufficio del Comandante, il personale operativo e amministrativo e le Organizzazioni Sindacali provinciali dei VVF.
Il Comandante provinciale Michele Burgio ha presentato al Direttore un quadro riassuntivo della situazione del Comando, mettendo in evidenza le criticità del parco automezzi e della sede di servizio di Pantelleria.
La giornata trapanese del Direttore si è conclusa con la consegna del Crest del Comando da parte del Comandante e con la promessa di ritornare al più presto, per recarsi a Pantelleria per la risoluzione dell’annosa problematica della sede di servizio.