Far ripartire il settore del marmo in Sicilia. A chiederlo è Sicindustria Trapani

Far ripartire il settore del marmo in Sicilia. A chiederlo è Sicindustria Trapani

Il presidente della sezione Marmo di Sicindustria Trapani, Giovanni Castiglione, ricorda che il settore del marmo ha sempre avuto un ruolo trainante per l’economia nel Trapanese

Far ripartire il settore del marmo in Sicilia. A chiederlo a gran voce è il presidente della sezione Marmo di Sicindustria Trapani, Giovanni Castiglione, che ricorda come, in particolare nel Trapanese, “il settore del marmo, che adesso rischia di subire conseguenze disastrose in seguito al blocco delle attività, abbia sempre avuto un ruolo trainante per l’economia”.  

Castiglione si sofferma quindi sulle misure di sicurezza già messe in atto dalle imprese del settore: “Prima dell’intervento del Dpcm del 22 marzo – spiega – molte delle aziende aderenti alla nostra associazione hanno messo in atto una serie di interventi per la salvaguardia della salute e la sicurezza dei lavoratori. Per conformare i propri protocolli di sicurezza ai nuovi standard stabiliti dal Governo nazionale, sono stati necessari migliaia di euro di investimenti. Dopo qualche giorno, però, in seguito all’inasprimento delle misure, le aziende sono state costrette a fermare i processi di estrazione e di trasformazione. Noi teniamo alla salute e sicurezza dei nostri collaboratori e, con loro, condividiamo ogni giorno la crescita e lo sviluppo delle nostre imprese ed è grazie a loro che siamo considerati un’eccellenza. Circa il 90% del marmo da noi estratto e trasformato viene venduto all’estero. Questo ci consente di assicurare migliaia di posti di lavoro in ambito regionale tra lavoratori diretti e dell’indotto. Ma il settore ha urgente bisogno di ripartire, anche perché le attestazioni camerali di causa forza maggiore per giustificare le mancate consegne non sono sufficienti a scongiurare l’applicazione di pesanti penali che metteranno in ginocchio anche le aziende più solide economicamente. Tutto ciò che stiamo perdendo a causa di questa chiusura non potrà essere recuperato e a poco serviranno i rinvii di pagamento delle imposte e tasse”.

Comunicato stampa

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Covid, Costa “Sarà un’estate senza restrizioni”
    by Redazione on 30 Giugno 2022 at 05:06

    ROMA (ITALPRESS) - "I contagi salgono ma dobbiamo lanciare messaggi positivi: i dati che dobbiamo osservare sono quelli riferiti agli ospedali, è normale che i contagi si possono alzare, non ci sono più restrizioni, ma dobbiamo veicolare messaggi di prudenza e non di paura". Lo ha detto il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, ospite di Rtl 102.5. "Mi sento di escludere nuove misure restrittive, sarà un'estate senza restrizioni - ha aggiunto -. In Portogallo, dove la variante è arrivata prima, oggi i contagi stanno già scendendo. Oggi non ci sono elementi per diffondere elementi di paura, siamo di fronte ad una fase nuova, dopo due anni e mezzo di restrizioni è il momento di dare fiducia agli italiani. Per quanto riguarda il passato ho sempre condiviso tutte le scelte fatte dal governo".- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Salvini “Le provocazioni di Pd e M5S spaccano la maggioranza”
    by Redazione on 30 Giugno 2022 at 04:41

    MILANO (ITALPRESS) - "Osserviamo con preoccupazione le continue provocazioni di Pd e 5 Stelle. Invece di lavorare in Parlamento sull'aumento di stipendi di pensioni, legalizzano droghe e regalano cittadinanze facili. Aggiungo che la profonda crisi dei grillini ha coinvolto anche il premier e rischia di aumentare le fibrillazioni. Questo governo non è nato per spalancare le porte ai 27 mila clandestini sbarcati fino a ora. Attendiamo da tempo il patto fiscale per 20 milioni di italiani ostaggio di Equitalia e a gennaio non potremmo tollerare il ritorno alla legge Fornero". Lo dice il segretario della Lega, Matteo Salvini, in un'intervista al Corriere della Sera."Questa iniziativa di Pd e 5 Stelle, unita alla cittadinanza facile per gli immigrati, è un grave attacco al governo e crea una spaccatura drammatica fra le forze che sostengono Draghi. Mentre alla Camera la sinistra ha deciso di imboccare questa strada pericolosissima, in commissione al Senato noi abbiamo approvato l'equo compenso atteso dagli ordini professionali", aggiunge il leader del Carroccio.- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Webuild, 2022 ordini acquisiti e in via finalizzazione per 6 mld
    by Redazione on 30 Giugno 2022 at 04:41

    MILANO (ITALPRESS) - E' di oltre 6 miliardi di euro il valore consolidato dei nuovi ordini acquisiti e in corso di finalizzazione registrati dal Gruppo Webuild da inizio 2022 a oggi. Si tratta di contratti acquisiti o per cui Webuild o le sue partecipate risultano miglior offerente, che raggiungono 19 miliardi includendo il mega contratto già firmato negli Stati Uniti per l'alta velocità in Texas, del valore di 16 miliardi di dollari (13 miliardi di euro). Un totale di ben 17 progetti, di cui oltre l'80% in paesi a basso profilo di rischio (Europa, Australia e Nord America), nel settore delle infrastrutture stradali (46%) e ferroviarie (28%), nel settore dell'edilizia (21%) e degli impianti (5%). Una grande opportunità anche per l'intera filiera del Gruppo Webuild che ad oggi, per la realizzazione dei 27 grandi progetti infrastrutturali che ha in corso in Italia, ha coinvolto 8.000 imprese. Obiettivo strategico del Gruppo Webuild si conferma favorire una crescita diversificata delle sue attività, che possa fare da traino anche per l'intero settore domestico e supportare la ripresa del Paese, favorendo l'introduzione di soluzioni innovative a livello tecnologico, anche attraverso investimenti in innovazione, sicurezza, formazione e sostenibilità. La sostenibilità si conferma quindi un tema centrale nelle politiche di sviluppo commerciale del Gruppo Webuild che, al 31 dicembre 2021, ha registrato un portafoglio ordini al livello record di 45,4 miliardi di euro, per il 92% relativo a progetti legati all'avanzamento di obiettivi di sviluppo sostenibili. Un risultato a cui il Gruppo Webuild punta "anche facendo leva sulla capacità realizzative di società integrate nel Gruppo - si legge in una nota -, come ad esempio Fisia Italimpianti, in grado di offrire soluzioni innovative per incrementare la disponibilità idrica, offrendo acqua potabile e di qualità in aree dove questa risorsa naturale risulta insufficiente o gravemente inquinata, o CSC Construction, società basata in Svizzera con forti competenze nel green building e nel tunneling". - foto ufficio stampa Webuild - (ITALPRESS).

  • M5S, Di Maio “Dibattito surreale minaccia la tenuta del Governo”
    by Redazione on 29 Giugno 2022 at 17:46

    ROMA (ITALPRESS) - "Da giorni, mentre il governo italiano è impegnato in importanti summit internazionali, non si fa altro che alimentare tensioni con dibattiti e dichiarazioni surreali, che minacciano chiaramente la tenuta dell'esecutivo. Queste dinamiche rischiano solo di indebolire la credibilità dell'Italia, farci sfumare il raggiungimento di importanti obiettivi come il tetto massimo al prezzo del gas e farci perdere i fondi del PNRR. Non si può essere "responsabili" solo la domenica, creando tensioni e instabilità per il resto della settimana. Si metta al primo posto l'interesse del nostro Paese". Così in una nota il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, fondatore dei gruppi "Insieme per il Futuro".- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Salvini “La sinistra vuole fare saltare il Governo”
    by Redazione on 29 Giugno 2022 at 17:11

    ROMA (ITALPRESS) - "Mi sembra evidente la volontà della sinistra di far saltare il governo". Il leader della Lega Matteo Salvini ha concluso con queste parole, sottolineate dagli applausi dei deputati del partito, la riunione con i parlamentari convocata per fare il punto della situazione. "Mentre noi in Senato stavamo approvando l'equo compenso, alla Camera Pd e 5Stelle hanno imposto ius soli mascherato e droga libera", ha aggiunto Salvini.- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).