La polizia scova un arsenale di esplosivi a Trapani

La polizia scova un arsenale di esplosivi a Trapani

Un uomo è stato arrestato con le accuse di detenzione e fabbricazione abusiva di esplosivi

Fabbricava abusivamente pericolosissimi petardi e deteneva senza alcun titolo ingenti quantitativi di materiali esplodenti, l’uomo arrestato nel pomeriggio dell’altro ieri, dalla Squadra Mobile di Trapani in collaborazione con la Polizia Postale e delle Comunicazioni.
Gli agenti, nel corso di una perquisizione a sorpresa, si sono trovati difronte ad vero laboratorio chimico non autorizzato, allestito in un garage del quartiere Sant’Alberto, all’interno di uno stabile popolare.
Tra i materiali sequestrati polvere da sparo, pericolosi precursori chimici destinati alla produzione, micce, involucri, etichettature e prodotti già finiti di varie tipologie e dimensioni.
L’ingente quantitativo di esplosivo, quantificato in oltre 100 chilogrammi, immesso sul mercato, prevalentemente online, avrebbe fruttato migliaia di euro e se accidentalmente innescato avrebbe potuto provocare conseguenze devastanti per gli abitanti dell’intero stabile e di quelli attigui.
Al termine dell’intervento, effettuato con l’ausilio del Nucleo Artificieri Antisabotaggio della Polizia di Stato di Palermo, che ha provveduto alla messa in sicurezza dei materiali, l’uomo è stato tratto in arresto, con le accuse di detenzione e fabbricazione abusiva di esplosivi.