Controlli della Guardia di Finanza di Trapani sul rispetto delle norme per il contrasto del Covid-19. A Mazara denunciato il titolare di un bar

Controlli della Guardia di Finanza di Trapani sul rispetto delle norme per il contrasto del Covid-19. A Mazara denunciato il titolare di un bar

Nel trapanese sono scattate alcune denunce e sanzioni amministrative

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Trapani, in concorso con le altre forze di Polizia ed in attuazione delle misure disposte dall’Autorità di Governo per contenere la diffusione del Coronavirus, ha predisposto apposito dispositivo di vigilanza a cui partecipano tutti i reparti dipendenti della Provincia, al fine di contribuire efficacemente a controllare l’osservanza di tutte le misure di contenimento dell’emergenza disposte con D.P.C.M. dell’11 marzo u.s., ivi compresa la chiusura di tutte quelle attività commerciali o di altra natura il cui esercizio è sospeso fino al 25 marzo p.v..

Nell’ambito di tali attività di controllo, svolte nell’intero arco giornaliero, i finanzieri del Gruppo Trapani, nella notte a cavallo tra il giorno 11 e il giorno 12 marzo, hanno individuato tre cittadini che circolavano nel centro della città di Trapani senza validi motivi, uno dei quali, tra l’altro, colto in violazione della misura cautelare personale dell’obbligo di dimora nel proprio Comune di domicilio (Paceco).

I soggetti sono stati tutti denunciati alla locale Procura della Repubblica per violazione dell’art. 650 del codice penale e, in particolare, nei confronti del soggetto che ha violato l’obbligo di dimora – risultato peraltro recidivo per aver commesso la medesima violazione già nel mese di novembre 2019 – è scattata la segnalazione ai sensi dell’art. 276 del codice di procedura penale (“Provvedimenti in caso di trasgressione alle prescrizioni imposte”) affinché il Giudice valuti se adottare l’eventuale sostituzione e/o aggravamento della misura cautelare in atto.

Nella medesima giornata del 12 marzo sempre militari del Gruppo Trapani hanno provveduto altresì a segnalare al Prefetto, per l’irrogazione della sanzione amministrativa prevista dall’art 15, comma 1, del decreto legge n. 14 del 9 marzo 2020 (chiusura dell’esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni), due titolari di altrettanti esercizi commerciali, ossia un emporio al dettaglio di generi non alimentari ed un commerciante di piante e fiori, non rientranti tra i soggetti autorizzati all’esercizio dell’attività in base all’allegato 1 al citato D.P.C.M. dell’11 marzo, i quali erano aperti ed operavano quindi in violazione dell’obbligo di sospensione delle attività commerciali.

Anche nei loro confronti è stata altresì inviata alla locale A.G. una denuncia per violazione dell’art. 650 c.p..

Nella giornata del 13 marzo militari della Tenenza di Mazara del Vallo hanno notato la presenza, all’interno di un bar con la saracinesca semichiusa, di due clienti atti a consumare una bevanda al bancone e per tale motivo hanno denunciato il titolare per il predetto reato di cui all’art. 650 c.p., segnalando al contempo la violazione al Prefetto per l’irrogazione della citata sanzione amministrativa della sospensione dell’attività da 5 a 30 giorni.

I controlli in rassegna sono contestualmente orientati, anche sulla base di segnalazioni provenienti dalla cittadinanza al numero di pubblica utilità 117, ad individuare violazioni riguardanti la disciplina sulla pubblicità dei prezzi e a reprimere eventuali manovre speculative sui prezzi (costituenti il reato previsto dall’art. 501 bis del codice penale) ovvero frodi nell’esercizio del commercio (art. 515 del codice penale).

Comunicato stampa

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Covid, in Italia 84.700 casi e 63 decessi nelle ultime 24 ore
    by Redazione on 2 Luglio 2022 at 13:51

    ROMA (ITALPRESS) - Sono 84.700 i nuovi positivi in Italia, su un totale di 325.588 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. E' quanto emerge dal quotidiano bollettino sull'emergenza Coronavirus emesso dal Ministero della Salute. Sono 63 i deceduti, per un totale di persone scomparse da inizio pandemia che tocca quota 168.488. I ricoverati con sintomi negli ospedali italiani sono 7.035 (205 in più di ieri), dei quali 275 (+11) in terapia intensiva.- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Jakobsen vince la 2^ tappa del Tour, Van Aert in giallo
    by Redazione on 2 Luglio 2022 at 13:36

    NYBORG (DANIMARCA) (ITALPRESS) - Fabio Jakobsen ha vinto la seconda tappa del Tour de France 2022, la Roskilde-Nyborg di 202,2 chilometri. L'olandese della Quick-Step Alpha Vinyl ha tagliato il traguardo in 4h34'35", precedendo in volata il belga Wout Van Aert (Jumbo Visma) e il danese Mads Pedersen (Trek-Segafredo). Il belga Yves Lampaert (Quick-Step Alpha Vinyl Team), rimasto coinvolto in una a circa 20km dal traguardo, ha ceduto dunque la maglia gialla proprio al connazionale Van Aert. Domani si torna in strada per la terza frazione della Grande Boucle, la Vejle-Sonderborg di 182 chilometri.- foto LivePhotoSport - (ITALPRESS).

  • Pole di Sainz a Silverstone su Verstappen e Leclerc
    by Redazione on 2 Luglio 2022 at 13:21

    SILVERSTONE (INGHILTERRA) (ITALPRESS) - Carlos Sainz ottiene la pole position nelle qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1. Sotto la pioggia a Silverstone, il pilota della Ferrari piazza il colpaccio con il giro in 1'40"983 davanti alla Red Bull dell'olandese e campione in carica Max Verstappen e al compagno di squadra, il monegasco Charles Leclerc. Prima pole per lo spagnolo del Cavallino, in una qualifica tiratissima per le condizioni metro. Quarto posto per Sergio Perez (Red Bull), seguito da Lewis Hamilton (Mercedes); ottavo George Russell (Mercedes). - foto LivePhotoSport - (ITALPRESS).

  • Siccità, a Verona scattano divieti per uso dell’acqua potabile
    by Redazione on 2 Luglio 2022 at 12:01

    VERONA (ITALPRESS) - A seguito del perdurare della situazione meteorologica e della conseguente emergenza idrica, il sindaco di Verona Damiano Tommasi, ha firmato l'ordinanza che limita l'uso dell'acqua potabile ai fini domestici, per la pulizia personale e per l'igiene. Un invito anche ad adottare comportamenti e abitudini utili a ridurre gli sprechi, responsabilizzando ciascun cittadino sull'importanza delle singole azioni per cercare di arginare il problema. Fino al 31 agosto sarà quindi vietato usare acqua potabile proveniente da fonte idrica per l'irrigazione di orti, giardini e campi sportivi, per il lavaggio di automobili, salvo impianti autorizzati, per il riempimento di piscine e per ogni altra attività che non sia strettamente necessaria ai fini del fabbisogno umano. L'eventuale utilizzo per gli scopi sopra descritti e vietati, seppur sconsigliato, può avvenire soltanto dalle ore 21 alle 6. Per i trasgressori sono previste sanzioni fino a 500 euro.(ITALPRESS).-foto agenziafotogramma.it-

  • Governo, Di Maio “Chi vuole farlo cadere non sa cosa rischia”
    by Redazione on 2 Luglio 2022 at 10:21

    ROMA (ITALPRESS) - "In questo momento storico, chi vuole far cadere il governo o sa cosa rischia, e vuole fare del male al Paese, o non sa cosa si rischia". Così il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, nel suo intervento a un incontro a Pomigliano. "Questo è un Paese abituato a cambiare governo ogni anno e mezzo o ogni due anni, purtroppo per problemi fisiologici delle forze politiche, ma in questo momento storico del mondo, se il governo cade io non so a quanto può arrivare lo spread, ma una cosa è certa: i costi continueranno a salire per le famiglie, i tassi d'interesse sui mutui continueranno a salire, l'impatto sull'economia continuerà a essere devastante perchè nel mondo c'è una grande fiducia in questo governo", ha aggiunto. "Lo dico non solo da ministro degli Esteri ma da italiano: voglio che ci possa essere in questo momento un Governo con un'ampia maggioranza come questa, perchè dobbiamo prendere delle scelte e dobbiamo vincere delle battaglie in Europa. Il tetto massimo al prezzo del gas non lo possiamo fare in Italia, lo dobbiamo fare necessariamente in Europa, perchè altrimenti si va a vendere in un atro paese europeo. Quando il premier si siede a quale tavolo, ha bisogno di dire ai suoi alleati europei o della Nato che dalla sua parte c'è l'Italia e il Parlamento. Se mentre siamo al vertice Nato ci ritroviamo le solite scorribande della politica italiana, questo non ci rafforza", ha concluso. (ITALPRESS). -foto agenziafotogramma.it-