Piano Scuola Estate 2021, le iniziative in Provincia di Trapani

Piano Scuola Estate 2021, le iniziative in Provincia di Trapani

Obiettivo del Piano scuola estate: ridare la socialità sottratta alle giovani generazioni e combattere la dispersione scolastica

Corsi di potenziamento e laboratori linguistici, ma anche corsi di teatro e canto, moduli sportivi oppure incentrati sull’artigianato. Sono tantissime e diversissime tra loro le iniziative messe in campo dalle scuole dell’Ambito Territoriale di Trapani per l’attuazione del Piano Scuola Estate 2021 voluto dal ministro Bianchi, ideato con il doppio scopo di ridare la socialità sottratta alle giovani generazioni e combattere la dispersione scolastica, fenomeno drammaticamente acuitosi durante il periodo di lockdown e della conseguente didattica a distanza. Si va così dai laboratori di murales e di bosco didattico previsti dall’I.C. Pagoto di Erice, al
corso di yoga e ai laboratori di falegnameria e di gardening dell’I.C. Dante Alighieri di Valderice, sino ai moduli dedicati alla vela previsti dall’I.I.S. Fardella-Ximenes di Trapani e dall’I.P.S.E.O.A. Florio di Erice. All’I.I.S. D’Aguirre-Alighieri di Salemi sarà possibile fare pilates, mentre gli alunni dell’I.C. Bassi-Catalano di Trapani potranno ampliare le loro conoscenze informatiche con i corsi di
Robotica e di Coding. Tra gli altri, è presente anche un progetto sul fitness all’I.C. Giovanni XXIII di Paceco, le realizzazione di un corto cinematografico all’I.I.S. Ferrigno-Accardi di Mazara, corsi di scacchi e fotografia all’I.C. Capuana-Pardo di Castelvetrano, mentre Liceo Pascasino di Marsala saranno simulati i lavori delle Nazioni Unite. E proprio al Liceo Pascasino il prossimo 13 luglio
Tiziana Catenazzo, dirigente dell’Ambito di Trapani, parteciperà alla cerimonia delle eccellenze, indetta dall’Istituto per premiare i 34 studenti che hanno conseguito il diploma con la votazione di 100/100. “Siamo molto soddisfatti – commenta la dottoressa Catenazzo – della risposta data dalle scuole alle richieste di ragazzi e genitori. Non dobbiamo dimenticarci che hanno attraversato e stanno attraversando in un periodo storico difficilissimo quella che è già di per sé una fase decisiva della loro crescita che li porterà a essere gli adulti di domani. Con la didattica a distanza siamo riusciti a far sì che la scuola abbia adempiuto al trasferimento delle nozioni, ma prima di tutto la scuola deve essere un luogo di socialità e condivisione. Proprio per questo ci tengo particolarmente a ringraziare i dirigenti scolastici, i docenti e il personale ATA per il grande sforzo che sono stati disposti ad affrontare nei mesi estivi per vincere questa sfida”

comunicato stampa