Presentato il calendario dell’aeronautica militare, alcuni scatti dedicati alla Sicilia

  • In TRAPANI
  • 18 Dicembre 2019
  • 641 Views
Presentato il calendario dell’aeronautica militare, alcuni scatti dedicati alla Sicilia

Tra gli scatti del calendario dell’aeronautica il tempio di Segesta sorvolato dai potenti Eurofighter F2000 del 37° Stormo di Trapani

L’Aeronautica Militare (AM) rende omaggio alla Sicilia all’interno del proprio calendario 2020 con alcuni scatti che sottolineano il fascino per la Forza Armata e per le bellezze dell’isola, uno dei luoghi in cui la natura, i paesaggi unici ed i beni culturali si fondono in maniera armonica da millenni. Lo scatto dedicato al mese di dicembre immortala il velivolo P-72A del 41° Stormo di Sigonella, con sullo sfondo la maestosa Etna, “a muntagna” o “u mungibello” come lo chiamano i locali. Dalla dimensione vulcanica più alta d’Europa si passa a quella di altri tempi, allo scatto della bellezza greca del tempio di Segesta sorvolato dai potenti Eurofighter F2000 del 37° Stormo di Trapani. Ed ancora, dall’alto, l’avamposto sud dell’AM, il Radar di Lampedusa, con le sue coste alte e frastagliate che nel blu del mare si alternano a sabbiosi angoli di paradiso, come del resto tutte le coste delimitanti l’intera Trinacria e le sue isole minori. Il Calendario 2020 dell’AM è un viaggio attraverso le bellezze naturali, i monumenti e le città del Paese, fotografate dalla Troupe Azzurra della Forza Armata da una prospettiva privilegiata, insieme ai velivoli militari che ogni giorno sono in volo per garantire la sicurezza dei cieli italiani ed assicurare svariati servizi alla collettività, dai trasporti sanitari di urgenza, alla ricerca e soccorso, all’intervento in caso di calamità, al pattugliamento marittimo, alla difesa aerea. Un modo per sottolineare il legame speciale tra il territorio e i vari Reparti dell’AM, che con il proprio patrimonio di valori e competenze costituiscono una presenza viva e attiva lungo tutta la Penisola e, come riferito dal Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso, una “risorsa strategica e capillare, che opera per la gente e con la gente e sulla quale ogni comunità sa di poter contare in ogni circostanza”. Il calendario è stato presentato lo scorso 10 dicembre, durante la serata denominata “volando con le stelle”, nello stesso giorno delle celebrazioni della Madonna di Loreto e dell’avvio di tutte le iniziative connesse al Giubileo Lauretano, in occasione del centenario della Beata Vergine Lauretana quale “Patrona degli Aeronauti”. Il Giubileo avrà termine il 10 dicembre 2020, dopo un anno intenso di iniziative religiose e di beneficienza, di eventi e di manifestazioni che la Forza Armata promuoverà in tutti i suoi Enti sul Territorio Italiano. Nel corso dell’evento, anche il saluto di un siciliano d’eccezione, di colui che – partito dalle native pendici dell’Etna – è arrivato addirittura nello spazio, quello del Colonnello Pilota dell’Aeronautica Militare Luca Parmitano; l’astronauta dell’ESA ha parlato attraverso un breve video realizzato sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) di cui è comandante dallo scorso ottobre. Parte del ricavato dalle vendite del calendario andrà a supportare il progetto benefico “Un dono dal cielo”, in sostegno di ospedali pediatrici (Gaslini di Genova, Santobono Pausilipon di Napoli, Bambino Gesù di Roma). Allo stesso progetto è abbinata raccolta fondi volontaria tra il personale della Forza Armata tesa a devolvere il corrispettivo di una o più ore di lavoro. Il prodotto, con tutti i propri scatti inediti, è già disponibile presso il punto vendita promozionale di Palazzo Aeronautica in viale dell’università a Roma e on-line sulla vetrina Amazon dell’Aeronautica. Eventuali approfondimenti sono disponibili sul sito dell’AM: www.aeronautica.difesa.it . La Sicilia per la sua posizione al centro del mediterraneo è sempre stata un avamposto naturale molto ambito la cui rilevanza sopravvive alla geopolitica che continua a cambiare. Un importante ruolo strategico che si rispecchia anche nella decisa presenza dell’Aeronautica Militare sull’isola anche in passato. Oggi, sono due le principali circoscrizioni AM della Sicilia, quella orientale dell’Aeroporto di Sigonella e quella occidentale a Trapani. Nella giurisdizione dell’Aeroporto di Sigonella ricadono sei provincie siciliane (Messina, Catania, Siracusa, Ragusa, Enna, Caltanissetta) ed è direttamente responsabile della fornitura dei servizi del controllo traffico aereo agli aeroporti civili di Catania-Fontanarossa e Comiso. Medesimi servizi sono resi alle realtà che ospita e supporta: tra questi, diverse realtà internazionali, di altre Forze Armate ed quelle AM sede dallo storico 41° Stormo Antisom (sorveglianza e pattugliamento marittimo con il velivolo P-72A, l’erede dell’Atlantic), del 61° Gruppo Volo APR (attività di sorveglianza con il Predator A), dell’11° Reparto Manutenzione Velivoli (eccellenza nel campo della manutenzione velivoli), del 304° STDI (responsabile delle costruzioni demaniali).L’Aeroporto di Trapani, che abbraccia le altre tre provincie siciliane (Palermo, Trapani, Agrigento), ospita il 37° Stormo (difesa aerea assicurata con i caccia Eurofighter F2000) e l’82° Centro Combat SAR (dedito al soccorso aereo con elicotteri HH-139). All’interno delle citate circoscrizioni, 3 Squadriglie Radar (la 134^ a Lampedusa, la 135^ a Marsala e la 137^ a Mezzo Gregorio), 3 Distaccamenti Aeronautici (Siracusa, Lampedusa e Pantelleria), 6 Teleposti Meteorologici (Messina, Enna, Gela, Cozzo Spadaro, Prizzi, Ustica). Tutte queste – piccole e grandi – realtà Siciliane, unitamente a quelle delle altre Regioni Italiane, formano una squadra coesa: l’Aeronautica Militare che opera 24 ore su 24 per la sicurezza del Paese e dei cittadini, garantendo il controllo dello spazio aereo e proteggendo gli interessi nazionali, anche all’estero.

Comunicato stampa

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Camerun vince 1-0 ma Brasile passa da prima del girone
    by Redazione on 2 Dicembre 2022 at 20:26

    AL DAAYEN (QATAR) (ITALPRESS) - Una vittoria storica, ma inutile ai fini della qualificazione. Il Camerun vince 1-0 contro il Brasile grazie alla rete di Aboubakar: primo ko per i verdeoro e primo gol incassato dalla nazionale brasiliana, ma Fabinho e compagni volano agli ottavi di finale del Mondiale come prima nel girone G. Lunedì 5 dicembre, alle ore 20.00, ci sarà la sfida contro la Corea del Sud. Il gol fino al 90' è mancato soltanto per una pura casualità. Le due nazionali si sono affrontate a viso aperto, con parecchie opportunità non sfruttate da entrambe le parti. Il primo squillo verdeoro è arrivato da Gabriel Martinelli, fermato da Epassy: da quel momento in poi la compagine allenata da Tite ha creato diversi pericoli, soprattutto col giovane attaccante dell'Arsenal, a un passo dalla gioia personale anche in pieno recupero. Il Camerun ha risposto presente con Mbeumo - provvidenziale l'intervento istintivo da parte di Ederson - e con Aboubakar: il diagonale dell'attaccante dell'Al-Nassr è uscito per questione di centimetri. Nella ripresa i sudamericani hanno aumentato il forcing, provvidenziale l'ennesimo intervento di Epassy sulla conclusione di prima di Militao, arrivata dopo una mischia in area di rigore. Nella parte finale la stanchezza si è fatta sentire, i brasiliani hanno comunque cercato di siglare la rete del vantaggio. In contropiede però il Camerun, al 47' della ripresa, ha trovato il gol vittoria con Aboubakar di testa, lasciato solo in area da Militao e Bremer. Il capitano della selezione africana è stato espulso per doppia ammonizione dopo essersi tolto la maglia nei festeggiamenti. In pieno recupero - 9 i minuti assegnati nel secondo tempo - Bruno Guimaraes si è divorato il pareggio da dentro l'area piccola.- foto LivePhotoSport - (ITALPRESS).

  • Svizzera agli ottavi del Mondiale, Serbia ko 3-2
    by Redazione on 2 Dicembre 2022 at 20:21

    DOHA (QATAR) (ITALPRESS) - Fa festa la Svizzera, che al termine di una partita ricca di emozioni vince per 3-2 contro la Serbia, certificando così il passaggio agli ottavi dei Mondiali come seconda del girone alle spalle del Brasile. Un match nel quale i rossocrociati passano in vantaggio e si fanno rimontare, ma trovano poi la forza per ribaltare nuovamente la contesa grazie al gol decisivo dell'ex atalantino Freuler. Gli elvetici partono alla grande e dopo 30 secondi creano una doppia ghiotta occasione da gol, con Milinkovic-Savic che salva i suoi prima su una conclusione ravvicinata di Embolo e poi su un tiro dal limite di Xhaka. Al 20' arriva il vantaggio. Sow prende palla in area dopo un rinvio corto e appoggia per Shaqiri, che calcia di prima intenzione trovando la deviazione di Pavlovic che inganna Milinkovic-Savic per l'1-0. Una gioia che dura poco, perchè al 26' arriva già il pareggio. Freuler perde palla, Tadic avanza e va al cross trovando l'incornata vincente di Mitrovic che infila Kobel sul secondo palo. I ragazzi di Yakin si rivedono alla mezz'ora, quando Rodriguez apre alla grande per Shaqiri che ci prova d'esterno sinistro, con la palla che sfiora il palo. Al 35' una nuova palla persa costa caro agli svizzeri. Tadic recupera e imbuca per Vlahovic che, dopo un tocco maldestro di Freuler, incrocia con il mancino nell'angolino lontano superando Kobel per il 2-1. Al 44' è la difesa serba ad addormentarsi e a consentire agli avversari di pareggiare. Sow riceve al limite e allarga per Widmer che serve un rasoterra dentro per Embolo, il quale insacca da due passi dopo essere rimasto colpevolmente libero. Si chiude sul 2-2 un primo tempo ricco di emozioni. Xhaka e compagni completano la rimonta al 3' della ripresa. Shaqiri mette dentro per Vargas, che appoggia di tacco al volo per Freuler il quale batte con il mancino Milinkovic-Savic per il 3-2. Al 12' Embolo si divora il 4-2 calciando alto a pochi passi dalla porta con la difesa rivale ancora disattenta. La reazione degli uomini di Stojkovic è sterile e Kobel non viene praticamente più impensierito fino al fischio finale, con il risultato che non cambierà più. La Svizzera porta quindi a casa 3 punti d'oro che le consentono di chiudere da seconda a quota 6, alle spalle del Brasile. Agli ottavi, incontrerà martedì il Portogallo.- foto LivePhotoSport - (ITALPRESS).

  • Goggia trionfa nella discesa libera di Lake Louise
    by Redazione on 2 Dicembre 2022 at 19:51

    LAKE LOUISE (CANADA) (ITALPRESS) - Sofia Goggia ha vinto la prima delle due discese libere di Lake Louise, valida per la Coppa del Mondo di sci alpino femminile. La 30enne fuoriclasse bergamasca delle Fiamme Gialle, oro di specialità a Pyeongchang 2018, vincitrice di tre Coppette e di due medaglie mondiali, ha chiuso la sua prova in 1'47"18, precedendo di 4 centesimi la svizzera e olimpionica in carica Corinne Suter e di 6 l'austriaca Cornelia Huetter. Ottava posizione per Elena Curtoni, distanziata di 1"04 dalla compagna di squadra; 12esima Nicol Delago a 1"43, 21esima Marta Bassino a 2"04, 23esima Laura Pirovano a 2"32, 27esima Nicol Delago a 2"56, 34esima Karoline Pichler a 4"15 e 35esima Roberta Melesi a 4"83.- foto LivePhotoSport - (ITALPRESS).

  • L’Uruguay supera 2-0 il Ghana ma entrambe sono fuori dai Mondiali
    by Redazione on 2 Dicembre 2022 at 16:31

    AL WAKRAH (QATAR) (ITALPRESS) - Vince l'Uruguay ma la Celeste esce per un paio di gol. Passa infatti agli ottavi la Corea del Sud, grazie al maggior numero di reti segnate (4 contro 2) in un Mondiale che continua a regalare sorprese. Gli uruguaiani battono il Ghana per 2-0 ma quanti errori per una partita di una rassegna iridata. Gli africani si confermano tra le delusioni di questa manifestazione ed escono di scena mentre la Celeste non sarà trascendentale ma realizza due gol in rapida successione con De Arrascaeta (il primo d'opportunismo, il secondo superlativo) che non serviranno per andare avanti. Nunez perde una grande occasione al 13' e viene recuperato dalla difesa ghanese. Poi al 15' l'episodio controverso che innervosisce il match. Dopo un fuorigioco non segnalato, Jordan Ayew, viene affrontato fallosamente, in area, da Rochet che professa invano la sua innocenza. L'arbitro, dopo un consulto di ben 4' con il Var, assegna il rigore che, però, Andrè Ayew si fa parare da Rochet. L'Uruguay è una furia. Nunez si libera e tira ma Salisu salva sulla linea a portiere battuto. Subito dopo Ati-Zigi ferma Suarez (26'). Il gol è nell'aria ed arriva con De Arrascaeta che, con un colpo di testa da mezzo metro, mette dentro l'1-0 dopo un tiro di Suarez respinto dal portiere. Il Ghana va in confusione. Al 32' ancora De Arrascaeta aggancia al volo un assist di Suarez e spara in porta il 2-0. Gli africani reagiscono solo con un tiro di Kudus, troppo poco per impressionare Rochet. Nella ripresa il Ghana preme ed assedia la metà campo uruguaiana. E' però Nunez a reclamare un rigore che sembra essere netto (12'). Pellistri sbaglia un gol incredibile da due passi mentre Valverde costringe Ati-Zigi alla parata (25'). Poi Semenyo sbaglia un gol fatto e Kudus costringe Rochet all'ennesima parata. Nel finale forcing dell'Uruguay, che si espone alle ripartenze del Ghana. Cavani cade in area e reclama inutilmente un rigore, Bukari viene murato, poi Gomez costringe Ati-Zigi a volare per evitare il terzo gol. Al triplice fischio, però, la delusione è comune, con entrambe le nazionali che salutano il Qatar.- foto LivePhotoSport -(ITALPRESS).

  • La Corea del Sud batte 2-1 il Portogallo e va agli ottavi
    by Redazione on 2 Dicembre 2022 at 16:21

    DOHA (QATAR) (ITALPRESS) - Vittoria all'ultimo respiro e qualificazione agli ottavi di finale centrata per la Corea del Sud, che batte per 2-1 il Portogallo e conquista così il pass per la fase ad eliminazione diretta del Mondiale qatariota a spese dell'Uruguay grazie al maggior numero di gol segnati. Ribaltata la rete iniziale di Horta, grazie ai gol - uno per tempo - di Kim Younggwon e Hwang Hee-Chan.L'atteggiamento immediatamente propositivo del Portogallo colpisce a freddo la Corea, grazie all'accelerazione di Dalot che mette a sedere un avversario e serve prontamente in profondità Ricardo Horta, bravo ad anticipare tutti e a piazzare il pallone alle spalle di Kim Seunggyu. La formazione di Paulo Bento - in tribuna perchè squalificato - cresce comunque d'intensità col passare dei minuti, trovando la rete del pareggio alla mezz'ora del primo tempo. Sugli sviluppi di calcio d'angolo, la deviazione sfortunata di Cristiano Ronaldo favorisce il tap in vincente di Kim Younggwon, che sigla così l'1-1. Portogallo poco preciso, Corea che invece continua ad alzare i giri del motore, mettendo più di qualche apprensione all'undici di Fernando Santos. Prima frazione che si conclude con il punteggio in parità, con i secondi quarantacinque che cominciano sullo stesso filone tattico. Corea che continua ad attaccare e creare trame potenzialmente pericolose per la retroguardia guidata ottimamente da Diogo Costa, che con un paio di interventi decisivi tiene in equilibrio il parziale. Fernando Santos prova a variare l'assetto dei lusitani con tre sostituzioni offensive, che non riescono però a bucare il muro asiatico. Partita che si mantiene equilibrata, fino ai minuti finali, nei quali la Corea del Sud trova l'asso vincente grazie alla fuga di Son, che nonostante la marcatura portoghese inventa l'assist vincente per la rete di Hwang Hee-Chan, subentrato a metà del secondo tempo. Gioia incontenibile per i giocatori in campo e di tutta la tifoseria coreana presente sugli spalti, con la festa che prende ufficialmente il via al triplice fischio di Uruguay-Ghana. Per la Corea si prospetta l'ottavo col Brasile, il Portogallo conoscerà stasera la sua rivale.- foto agenziafotogramma.it - (ITALPRESS).