Zes: Sicindustria Trapani “La burocrazia non renda vani i benefici previsti”

Zes: Sicindustria Trapani “La burocrazia non renda vani i benefici previsti”

E’ l’appello lanciato da Gregory Bongiorno, presidente di Sicindustria Trapani

 “La straordinaria opportunità rappresentata dalle Zes non sia resa vana dalla burocrazia”. È l’appello lanciato da Gregory Bongiorno, presidente di Sicindustria Trapani, che afferma: “È finalmente arrivato per la Sicilia il via libera alle Zone economiche speciali, che mirano ad attrarre investimenti attraverso una drastica semplificazione amministrativa e la possibilità di accedere a sgravi fiscali e a un credito d’imposta rinforzato. Adesso bisogna, però, pass are velocemente alla fase operativa per rendere effettivi e concreti i benefici previsti. Ci auguriamo, infatti, che questa opportunità sia colta al meglio per creare sviluppo e occupazione e che non si vada a impantanare, come troppo spesso accade, nei rivoli della burocrazia”. Uno degli obiettivi è infatti proprio quello di favorire nuovi investimenti che portano nuova occupazione e, solo per la provincia di Trapani, si calcola un potenziale di nuovi occupati, a regime, di oltre mille unità. “Ciò che fino ad oggi – aggiunge Bongiorno – ha costituito un ostacolo allo sviluppo e agli investimenti, e cioè la nostra marginalità territoriale, viene finalmente superato e zone fondamentali per la nostra economia, come quella dello scalo aeroportuale o del porto, ma anche quelle di Trapani, Mazara del Vallo, Calatafimi o Custonaci con i suoi marmi, potranno ricevere nuovi impulsi per lo sviluppo economico per il territorio”. “Proprio l’area che fa riferimento al Comune di Custonaci – sottolinea il presidente della sezione Marmi di Sicindustria Trapani, Giovanni Castiglione – assume un’importanza strategica fondamentale. Si tratta di un risultato che abbiamo fortemente voluto e al quale abbiamo lavorato fornendo numeri e dati rappresentativi di un settore dove gli indici di export, i livelli di occupazione, il collegamento con lo sviluppo delle attività portuali hanno poi giustificato l’introduzione dell’area tra le Zes. Ora non si vanifichi l’esito raggiunto grazie all’impegno sinergico con l’assessorato regionale alle Attività produttive e al supporto tecnico del comune di Custonaci”.

Comunicato stampa