VIDEO – TgVallo 14 Marzo 2022

VIDEO – TgVallo 14 Marzo 2022

Notiziario Televallo

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • La Fiorentina torna a vincere in Conference: 3-0 agli Hearts
    by Redazione on 6 Ottobre 2022 at 19:01

    EDIMBURGO (SCOZIA) (ITALPRESS) - La Fiorentina trova i primi 3 punti in Europa della sua stagione superando agevolmente gli Hearts in trasferta per 3-0. Una gara già indirizzata nel primo tempo, grazie alle reti di Mandragora e Kouamè arricchite poi dal sigillo di Jovic nella ripresa. I viola passano dopo appena 4 minuti: Terzic lavora un buon pallone dalla destra e crossa con il mancino in mezzo trovando Mandragora, che si inserisce con i tempi giusti e batte di testa Gordon per l'1-0. Dopo una fase di equilibrio, Igor va vicino al raddoppio al 21' con un gran mancino dalla distanza che viene neutralizzato in corner da Gordon. Il 2-0 è nell'aria e arriva al 43': Jovic crossa dalla sinistra e si forma una grande mischia in area che viene risolta da una splendida mezza rovesciata di Kouamè, che firma così il secondo gol per i suoi. In pieno recupero, Saponara si addormenta in difesa spalancando la strada a Ginnelly che va al tiro con il destro, ma Gollini è attento e respinge in angolo. In avvio di ripresa, gli scozzesi rimangono in 10 quando, dopo appena 3 minuti, Neilson trattiene per la maglia Jovic da ultimo uomo, con l'arbitro che tira fuori il rosso diretto. Gli uomini di Italiano controllano il resto della gara senza troppo affanno, trovando poi il tris al 34'. Martinez Quarta avanza a grandi falcate e serve in area sulla destra Kouamè, rasoterra dentro per Jovic che, tutto solo, deposita in fondo al sacco per il 3-0 che chiude la contesa. Il finale è pura accademia e il risultato non cambierà più. La Fiorentina trova dunque la sua prima vittoria nel girone, salendo al secondo posto nel girone a quota 4, alle spalle del Basaksehir (7) che non va oltre lo 0-0 a Riga. Tra una settimana, Biraghi e compagni se la vedranno nuovamente con gli scozzesi ma stavolta al "Franchi".- foto LivePhotoSport - (ITALPRESS).

  • Trieste si aggiudica il Big Science Business Forum 2024
    by Redazione on 6 Ottobre 2022 at 18:01

    GRANADA (ITALPRESS) - "Un successo per il Friuli Venezia Giulia, e per la città di Trieste in particolare, che diventa una volta di più protagonista di un evento internazionale di primissimo piano. Agevolare l'incrocio tra le prospettive di sviluppo delle aziende e gli obiettivi delle grandi infrastrutture di ricerca significa infatti imprimere una significativa accelerazione ai processi di innovazione e allo sviluppo economico".Queste le parole dell'assessore regionale a Lavoro, Formazione, Istruzione, Ricerca Università e Famiglia del Friuli Venezia Giulia, Alessia Rosolen, intervenuta di persona a Granada per la cerimonia del passaggio del testimone del Big Science Business Forum tra la città andalusa, sede dell'edizione 2022, e Trieste, candidatura espressione della volontà congiunta della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia (nelle vesti di capofila), PromoTurismo Fvg, Area Science Park e ILO Network Italia (il coordinamento nazionale degli Industrial Liaison Officers presso le grandi organizzazioni internazionali della Big Science), in collaborazione con gli enti scientifici territoriali."Il ruolo giocato da Trieste sul versante della diplomazia scientifica - ha commentato ancora Rosolen - ci ha permesso di tagliare un nuovo ambizioso traguardo, dopo ESOF 2020 e il G20 su innovazione e ricerca del 2021".Quella che si terrà in Friuli Venezia Giulia sarà la terza edizione di BSBF che, dopo l'esordio a Copenhagen nel 2018, ha dovuto fermarsi per l'emergenza Covid per riprendere quest'anno a Granada, con oltre 1.100 partecipanti e 190 espositori. Nell'autunno del 2024, il Big Science Business Forum approderà quindi al Trieste Convention Center e porrà a confronto due mondi, quelli della ricerca e dell'impresa, chiamati a una sempre più stretta collaborazione sia nella definizione degli obiettivi che nel loro perseguimento."Le grandi infrastrutture europee di ricerca - ha chiarito l'assessore regionale - devono in particolare avere chiaro che la coesione a più ampio spettro con le realtà produttive, le istituzioni e le comunità rappresenta lo strumento di maggior peso per rispondere in modo efficace alle sfide del futuro e alle complesse dinamiche relazionali con gli altri principali player mondiali"."Un ultimo aspetto - ha concluso Rosolen - riguarda le ricadute economiche: non solo quelle, assolutamente apprezzabili, legate al turismo congressuale, ma quelle con un orizzonte temporale più, ampio figlie dell'interrelazione tra ricerca e sviluppo nel contesto di un mercato da 37 miliardi di euro".Dal canto suo, la presidente di Area Science Park Caterina Petrillo ha posto l'accento sul ruolo di cerniera del Friuli Venezia Giulia, "in grado di costruire il proprio successo anche facendo leva sulla propria capacità di relazionarsi in modo proficuo con il Centro ed Est Europa" e sugli importanti investimenti del PNRR. Proprio su quest'ultimo aspetto, la presidente ha rimarcato "l'urgenza di predisporre un network che realizzi un collegamento efficace tra le esigenze delle infrastrutture di ricerca e il sistema dei fornitori: un obiettivo che, proprio grazie a BSBF 2024, potrà beneficiare di un'ulteriore rilevante implementazione".-foto ufficio stampa Regione Fvg-(ITALPRESS).

  • Europa League, solo un pari per la Lazio in Austria
    by Redazione on 6 Ottobre 2022 at 16:46

    GRAZ (AUSTRIA) (ITALPRESS) - La Lazio non riesce a scardinare lo 0-0 contro lo Sturm Graz, nella sfida del girone F di Europa League, fondamentale per le sorti della classifica biancoceleste. In Austria la squadra di Sarri non riscatta la figuraccia in Danimarca dell'ultima uscita europea e si complica la vita per la qualificazione.Nonostante il poco turnover (solo tre cambi tra i titolari), la Lazio fatica sin dall'inizio della partita, che forse non si aspettava così difficile. Ha un'occasione, dopo un quarto d'ora, con Luis Alberto ma il salvataggio di Dante vale un gol. Lo Sturm Graz parte con l'acceleratore pigiato, colleziona palle gol. Per ben tre volte su quattro sarà provvidenziale Provedel con le sue parate: devia in angolo il destro a giro di Boving, respinge con i pugni il colpo di testa di Ajeti e sfodera i guantoni sulla conclusione di Stankovic. I biancocelesti non sono mai pericolosi e non riescono a giocare come vorrebbero per tutto il primo tempo.Il copione non cambia nella ripresa, nonostante le sostituzioni: fuori gli spenti Milinkovic-Savic e Felipe Anderson, dentro Vecino e Zaccagni che provano a svegliare la Lazio, specialmente l'esterno con un bel sinistro. Gli austriaci però continuano ad avvicinarsi più volte al gol: ancora Boving murato da Provedel, il destro di Horvat stoppato da Cataldi. I biancocelesti si illudono di dare una svolta alla gara all'80' quando a Immobile viene annullata la rete dello 0-1 per un fuorigioco millimetrico dopo l'intervento del Var. Nel finale tutto sembra volgere a favore della squadra di Sarri: Gazibegovic prende il secondo giallo e lascia lo Sturm Graz in inferiorità numerica negli ultimi dieci minuti di fuoco. Tutti all'attacco, fino all'ultimo dei cinque minuti di recupero. Ma la Lazio si deve accontentare di un solo punto e ora non potrà più sbagliare nelle ultime tre partite del girone.- foto LivePhotoSport - (ITALPRESS).

  • Energia, per il riscaldamento un grado e 15 giorni in meno
    by Redazione on 6 Ottobre 2022 at 16:36

    ROMA (ITALPRESS) - Il ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, ha firmato il Decreto che definisce i nuovi limiti temporali di esercizio degli impianti termici di climatizzazione alimentati a gas naturale e la riduzione di un grado dei valori massimi delle temperature degli ambienti riscaldati, da applicare per la prossima stagione invernale come previsto dal Piano di riduzione dei consumi di gas naturale.Il periodo di accensione degli impianti è ridotto di un'ora al giorno e il periodo di funzionamento della stagione invernale 2022-2023 è accorciato di 15 giorni, posticipando di 8 giorni la data di inizio e anticipando di 7 la data di fine esercizio.In presenza di situazioni climatiche particolarmente severe, le autorità comunali, con proprio provvedimento motivato, possono autorizzare l'accensione degli impianti termici alimentati a gas anche al di fuori dei periodi indicati al decreto, purchè per una durata giornaliera ridotta. Inoltre, i valori di temperatura dell'aria sono ridotti di 1° C. Al fine di agevolare l'applicazione delle nuove disposizioni, Enea pubblicherà un vademecum con le indicazioni essenziali per impostare correttamente la temperatura di riscaldamento che gli amministratori di condominio potranno rendere disponibile ai condomini.(ITALPRESS).-foto Italpress-

  • Ucraina, Razov “La Russia è per cessate il fuoco, Zelensky no”
    by Redazione on 6 Ottobre 2022 at 15:31

    ROMA (ITALPRESS) - "Fino a dove vogliamo arrivare in Ucraina? E' una domanda che non sta nelle mie possibilità. Per quanto riguarda il cessate il fuoco e negoziati di pace, è stato detto dal presidente Putin che noi siamo a favore sia per un cessate il fuoco sia per sederci a un tavolo di negoziato. Lo ha detto il 30 settembre, ma qualche giorno dopo il presidente Zelesky ha emanato un decreto che stabiliva che l'Ucraina non farà negoziati con il presidente Putin. Ovviamente dobbiamo aspettare o che avvenga un cambio del presidente ucraino o un cambio di vedute del presidente ucraino". Lo ha detto Sergey Razov, ambasciatore russo in Italia, nel corso della registrazione di "Porta a porta", su Rai1. "Sono sicuro che questo conflitto si concluderà con dei negoziati di pace il punto è quando inizieranno questi negoziati", ha aggiunto. "A febbraio, quando è iniziata l'operazione militare speciale, Putin ha presentato la motivazione: si è trattato di una decisione difficile, la scelta di queste operazioni non è tra il bene e il male, ma la scelta deve essere quella del male minore. In quel caso l'inizio di quella operazione è stato il male minore", ha spiegato."Non so di quali minacce nucleari si parli da parte russa, sono d'accordo con il mio ministro, noi non abbiamo intenzione di partecipare a questa escalation. Sono solo speculazioni da parte di partner internazionali, non vi è nessuna minaccia e nessun ricatto. Noi possiamo usare armi nucleari solo se si crea una minaccia al nostro stato", ha concluso.(ITALPRESS).-foto agenziafotogramma.it-